Lambrugo: dimissioni in massa dei consiglieri. Decade dalla carica il sindaco Costanzo

Il primo cittadino sfiduciato da sette consiglieri su dieci. Si procede al commissariamento del Comune

Nella mattinata di giovedì 31 ottobre 2019 sette consiglieri comunali di Lambrugo, sui 10 che compongono il consiglio, hanno rassegnato le proprie dimissioni, facendo di fatto decadere dalla carica il sindaco Giuseppe Costanzo.

Costanzo era stato riconfermato nella carica di primo cittadino del comune comasco nel 2018 con il 73,5% dei voti ed era stato anche eletto per la Lega nel consiglio provinciale. Tra i consiglieri dimissionari, oltre ai tre di minoranza, anche il vicesindaco e tre componenti della maggioranza.

Il Prefetto di Como Ignazio Coccia ha avanzato, già in giornata, al Ministero dell’Interno la proposta di scioglimento del Consiglio Comunale e, al fine di assicurare il normale funzionamento degli Organi e dei servizi dell’Ente, ha disposto la sospensione dello stesso Consiglio, con la nomina del viceprefetto Michele Giacomino quale commissario per la provvisoria amministrazione del Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso anche a Lecco: non è grave

  • Coronavirus, tre famiglie isolate nel comasco: misura precauzionale

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento