Degrado al cimitero di Camnago Volta, nuova denuncia del Pd: tombe sprofondate e incuria

Il consigliere Guarisco: "Bisogna fare qualcosa, prima che la situazione peggiori ulteriormente”

Tombe sprofondate al cimitero di Camnago Volta (Como)

Il Pd torna ad attaccare il comune di Como sui cimiteri cittadini, finiti al centro delle polemiche nell'estate scorsa. Nel mirino è finito nuovamente il cimitero di Camnago Volta, la cui situazione era già stata segnalata 6 mesi fa.
Sabato 16 febbraio 2019 la nuova denuncia del consigliere comunale Pd Gabriele Guarisco e dell'ex consigliera Elide Greco. Che in un comunicato segnalano, con tanto di reportage fotografico che vedere nella gallery, "tombe che sprofondano, alberi ormai secchi, strutture nel degrado: è proprio il caso di dire che il cimitero di Camnago Volta non trova pace".

“(I cittadini, ndr) mi hanno chiesto un incontro e abbiamo rifatto un giro all’interno del camposanto per denunciare, ancora una volta, l’immobilismo dell’amministrazione comunale”, fa sapere Elide Greco. Il caso è stato portato all’attenzione della Giunta comunale dal consigliere Gabriele Guarisco, ma “nonostante le ripetute richieste sue e pure dei cittadini di avere attenzione sulle necessità dei cimiteri, a oggi nulla è stato portato a termine, anzi, il degrado peggiora sempre più – continua Greco –. Quello che viene chiesto è di dare dignità al camposanto, portando a termine il progetto iniziato nel 2015, oltre che di dare la giusta attenzione agli interventi di ordinaria amministrazione, come pulire i servizi igienici, rifatti da soli due anni e oggi in uno stato di abbandono totale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una situazione che l’amministrazione Landriscina conosce molto bene, assicura Guarisco: “Dopo le segnalazioni e le richieste di intervento, accompagnate anche dalla indicazione che ci sono a Camnago Volta volontari pronti a dare una mano, non è mai stato deciso un intervento concreto. Ma è evidente che la Giunta non può più fermarsi alle parole rassicuranti e che bisogna fare qualcosa, prima che la situazione peggiori ulteriormente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

Torna su
QuiComo è in caricamento