Politica Via Vittorio Emanuele II, 97

Defibrillatori inutilizzati: Rapinese in aula contro il sindaco-medico

Il consigliere di opposizione fa suonare l'allarme mentre attacca l'ex responsabile del 118 accusato di non aver fatto installare due apparecchi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un altro intervento "rumoroso" del consigliere comunale di opposizione Alessandro Rapinese. Nella seduta del 18 aprile Rapinese ha fatto suonare l'allarme in aula, quello collegato al contenitore di un defibrillatore. Infatti, questa volta la polemica e le critiche del consigliere comunale sono state rivolte al sindaco Mario Landriscina sul caso dei due defibrillatori inutilizzati in possesso dell'amministrazione (donati da alcune associazioni no profit) e mai installati.

"Questa è sciatteria" ha commentato Rapinese giocando sul fatto che il sindaco prima di essere eletto fosse il responsabile proprio del 118.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Defibrillatori inutilizzati: Rapinese in aula contro il sindaco-medico

QuiComo è in caricamento