Comune di Como in crisi, sfogo Pd: “Giunta talmente bloccata da non riuscire nemmeno a cadere”

Consiglio comunale ancora bloccato dal'assenza dei consiglieri di Forza Italia

Lissi del Pd

La nuova mancanza di numero legale in consiglio comunale a Como fa rumore. L'assenza dei consiglieri di Forza Italia che ha fatto saltare il banco suscita l'ironia dei colleghi del Pd cittadino.

“A Como si è creata una situazione grottesca che non possiamo che biasimare. E questa fase di stallo non può portare nulla di buono ai cittadini”, è la sintesi del pensiero del Partito democratico. I suoi esponenti in consiglio comunale stanno ragionando sul da farsi assieme al segretario cittadino: “Quanto sta accadendo rende evidente, una volta di più, che questa maggioranza e questa amministrazione sono bloccate: tanto bloccate che non riescono ad andare avanti, ma neppure a cadere”, sottolineano il paradosso Stefano Fanetti, Patrizia Lissi, Gabriele Guarisco e Tommaso Legnani.

“Tra l’altro, questa plateale crisi avviene in un momento cruciale, cioè durante la discussione del bilancio, il documento più importante per la città e il suo futuro prossimo – aggiungono i dem –. Eppure, nessuno si dimette e vogliamo proprio vedere quanto resisteranno in questa situazione. Ma se non riescono a dare nessuna risposta, anche parziale, ai bisogni della città, allora è giusto che vadano a casa senza se e senza ma”.

In questo scenario, partiti e singoli amministratori hanno un ruolo fondamentale, ma ben poco chiaro per i tre consiglieri comunali Pd e il loro segretario: “È incomprensibile quel che accade dentro i giochi di palazzo, perché non stanno spiegando niente: il sindaco tace e Forza Italia si ‘imbosca’. Una mancanza di trasparenza totale. Ma appare evidente un fatto: la Giunta è divisa in blocchi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E il sindaco? “Assomiglia a quei giochini che dondolano, dondolano, ma non cadono mai – paragonano Fanetti, Lissi, Guarisco e Legnani –. Landriscina non sa mai nulla, non è capace di mediare, sembra una specie di presidente della repubblica delle banane che non sa proprio come prendere in mano le situazioni e risolverle. Insomma, per Como un vero disastro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio in piazza San Rocco a Como: ucciso don Roberto Malgesini

  • A Como la gara a chi mangia più arrosticini: il record da battere è 51

  • Chi era don Roberto Malgesini: un vero prete "di strada", in aiuto dei più deboli

  • I 7 migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Lo ha ucciso con un coltello: chi è l'assassino di Don Roberto Malgesini

  • Studente positivo al covid al liceo Giovio di Como. E adesso cosa succede?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento