Politica

Costi campagna elettorale, vince il PD 60mila euro. E' già polemica

Pubblicato sul sito del Comune l'elenco di tutti i bilanci di previsione di spesa della campagna elettorale di ciascuna lista (guarda la classifica sotto). Al primo posto risulta il Partito Democratico, a sostegno del candidato sindaco  del...

Pubblicato sul sito del Comune l'elenco di tutti i bilanci di previsione di spesa della campagna elettorale di ciascuna lista (guarda la classifica sotto). Al primo posto risulta il Partito Democratico, a sostegno del candidato sindaco del centrosinistra Mario Lucini, con 68mila euro. Segue la Lega con 60mila euro. L'Udc supera il Pdl con 28.500 euro contro 27.300 euro. Chi spende di meno è Forza Nuova con solo 900 euro per la campagna elettorale della lista e del candidato sindaco Salvatore Ferrara. Già fioccano le polemiche. Il primo a lanciare dure critiche contro i partiti è Pietro Vierchowod della lista Il Faro per Como: "Quello che deve davvero far riflettere è la spesa di Mario Lucini. Eclatante. Più di 100mila euro di cui il 70% sostenuto dal Pd e il resto dalle liste d'appoggio. Mentre il Pd si prepara alla conquista della città e promuove tanti dibattiti per pensare a come creare lavoro in concerto con tutti i bravi sindacati, dovrebbe anche pensare a come razionalizzare le spese. In un periodo di crisi come questo, chi si propone come vero cambiamento, si permette di buttare in campagna una cifra che molti comaschi vedono in 10 anni di lavoro. Se questo è il cambiamento di passo che hanno in mente il Partito Democratico e il suo candidato Mario Lucini, ne faremmo a meno. E anche volentieri". Lucini replica duramente a Vierchowod: "Innanzitutto sono bilanci preventivi, che molte liste hanno predisposto con agio proprio per evitare di presentare consuntivi che eccedano i preventivi. Detto questo, non è giusto mettere in capo al candidato sindaco il preventivo di spesa delle singole liste che li predispongono come credono. Infine, Pd, Lega e la lista di Gaddi più o meno si equivalgono, mentre altri preventivi, come quello del Pdl, per esempio, francamente mi sembrano poco credibili.

Pd 68.000 euro

Lega Nord 60.000 euro

Forza Cambia Como 58.800 euro

Patto per Como 47.800 euro

Udc 28.500 euro

Pdl 27.300 euro

Como Civica 24.800 euro

Il Faro per Como 16.400 euro

Idv 10.500 euro

La Destra 9.300

Movimento Cinque Stelle 9.100 euro

Amo la mia città 8.000 euro

Adesso Como 7.500 euro

No Logo 7.500 euro

Lista Per Como 6.800 euro

Sinistra per Como 6.700 euro

Ecologisti e Reti Civiche 4.900 euro

Fli 3.200 euro

Uniti per Como 3.200

Polo di Centro 3.200 euro

Movimento autonomo per Como 3.200 euro

Paco-Sel 3.000

Impegno per Como 1.980

Forza Nuova 900 euro











In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costi campagna elettorale, vince il PD 60mila euro. E' già polemica

QuiComo è in caricamento