Currò (M5S): "Noi i fatti, gli altri solo chiacchiere: stipendio più alto per 183mila comaschi"

L'effetto benefico si comincerà a sentire a luglio 2020, con la riduzione delle tasse in busta paga

Non solo i redditi fino a 40mila euro, ma soprattutto le persone più in difficoltà, che sono sotto la soglia dei 28mila euro di reddito annuo, potranno beneficiare della riduzione delle tasse in busta paga. E secondo  l'Onorevole Giovanni Currò, membro della Commissione Finanza, questo è solo l'inizio per migliorare il tenore di vita dei cittadini. Il vero target è arrivare ad una riduzione dell'Irpef per tutti i cittadini e soprattutto evitare l'aumento dell'Iva. L'onorevole ha voluto chiudere il suo intervento con una provocazione molto accesa: "Piccoli passi che si aggiungono a quota 100, Rdc, forfettari fino a 65.000 di fatturato, RC familiare e tante altre misure realizzate in meno di due anni e con un cambio di Governo in mezzo a 30 anni di chiacchiere che hanno lasciato un Paese nell’immobilismo, presupposti che non consentono un rilancio economico forte. Andiamo avanti così, gli italiani con il 33% ci hanno dato un mandato molto chiaro e noi faremo di tutto per seguire pedissequamente il nostro programma elettorale. Avete mai visto qual cosa del genere in Italia?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Como, lo shopping ai tempi del colore arancione: c'è confusione per gli spostamenti consentiti

Torna su
QuiComo è in caricamento