rotate-mobile
Politica

La dura replica di Butti e il suo resoconto: "L'assessorato alle Attività economiche esiste già"

Non si placa la polemica dopo le dichiarazioni dell'imprenditore nel ramo alberghiero Paolo De Santis

Non si placa la polemica dopo le dichiarazioni di Paolo De Santis che, durante una convention con la candidata Minghetti le aveva chiesto, in caso di una sua vittoria di non istituire l'assessorato al Turismo ma quello alle Attività Produttive. Dura la replica dell'assessore Butti che riportiamo integralmente.

"Nei giorni scorsi un illustre imprenditore comasco, nel dialogare con la candidata sindaco del centrosinistra, l’ha invitata ad istituire l’Assessorato alle Attività Economiche. Ebbene forse questo scivolone poteva essere evitato, non per rispetto del lavoro del sottoscritto, visto che in politica la critica prevale su tutto ma per tutti coloro che in Comune si sono adoperati all’Assessorato al Commercio, il tutto anche in stretta collaborazione con le associazioni di categoria.
Dinanzi a chi invoca un nuovo assessorato è importante un resoconto di quanto fatto.

In questi anni abbiamo messo a disposizione importanti risorse per aumentare la competitività delle attività commerciali, per valorizzare il territorio e per migliorare la qualità della vita dei cittadini.
L’Amministrazione ha predisposto tre importanti bandi. Il primo bando ha visto lo stanziamento di 96.000 euro per il rimborso a fondo perduto del 70% delle spese sostenute per l’ammodernamento o l’abbellimento degli spazi commerciali a favore delle attività situate in sette vie del centro e nel quartiere di Camerlata, misura che ha coinvolto ben oltre 94 attività promosse inoltre con l’organizzazione di 37 eventi in città. Abbiamo stanziato ulteriori risorse per il rafforzamento delle attività attraverso il secondo bando del 2019, ampliando non solo la somma erogata, oltre 150.000 euro, ma anche i soggetti e le aree che ne hanno beneficiato comprendendo anche la periferia.

La seconda edizione del bando è stata accompagnata con grande partecipazione anche dalla promozione e organizzazione di eventi speciali che hanno garantito, insieme al ritorno economico, anche un significativo ritorno di immagine per tutta la città come ad esempio l’arrivo di una tappa del Giro d’Italia a Como, l’evento Shop in Como con il coinvolgimento eccezionale di oltre 71 vetrine, le due edizioni della Como Lake Cocktail Week che hanno avuto un grande successo, così come le altre iniziative che sono riuscite a valorizzare i moltissimi locali del centro e del nostro Lago.
Infine, il 2020, che più ci ha provati con l’emergenza sanitaria. Abbiamo reagito e agito in prima linea attraverso la proposta del terzo bando per sostenere tutte le attività che hanno sofferto duramente le chiusure prolungate aiutandole nella loro ripresa. Il nostro impegno è rivolto alla tutela e allo sviluppo delle attività commerciali presenti sul territorio e delle eccellenze comasche che fanno parte dell’identità della nostra comunità e contribuiscono ogni giorno con il loro lavoro allo sviluppo economico e sociale della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La dura replica di Butti e il suo resoconto: "L'assessorato alle Attività economiche esiste già"

QuiComo è in caricamento