Politica

Como, approvati i "posteggi rosa". Saranno a pagamento

Dopo due serate di dibattito il consiglio comunale di Como ha approvato l'istituzione dei cosiddetti "parcheggi rosa". Ma la delibera d'indirizzo presentata da Luca Ceruti di Movimento 5 Stelle è stata approvata con alcune modifiche volute e...

Posteggi in viale Varese

Dopo due serate di dibattito il consiglio comunale di Como ha approvato l'istituzione dei cosiddetti "parcheggi rosa". Ma la delibera d'indirizzo presentata da Luca Ceruti di Movimento 5 Stelle è stata approvata con alcune modifiche volute e votate dalla maggioranza. Innanzitutto i posteggi rosa (in realtà con le modifiche si parla di parcheggi per neo genitori, quindi per papà e mamme) saranno a pagamento e non gratis come avrebbe voluto l'opposizione. Proprio sulla questione della gratuità il consiglio è stato impegnato in un lungo e acceso dibattito che ha visto maggioranza e minoranza scontrarsi duramente anche a colpi di emendamenti e subemendamenti. L'opposizione ha provato a convincere la maggioranza ad approvare la gratuità (prima di 2 ore, poi di 90 minuti, poi di un'ora e poi di mezz'ora) con vari subemendamenti sempre bocciati. La proposta di Mario Molteni (Lista per Como), Luca Ceruti e Ada Mantovani (Adesso Como) è stata di eliminare i posteggi gratuiti per gli amministratori comunali dal cortile di Palazzo Cernezzi. Proposta, questa, bocciata dalla maggioranza. "Alla fine - ha commentato Ceruti di M5S - quello che esce da questa discussione è che non volete i posteggi gratis per le donne incinte e le neomamme, ma li volete per gli amministratori comunali". Consiglieri di maggioranza hanno motivato la gratuità dei posteggi per assessori e consigli con la tipologia del lavoro svolto, vale a dire un lavoro per la collettività che vede anche la necessità di spostarsi e sostare anche più volte in un giorno per recarsi in Municipio.

Marco Tettamanti, capogruppo di maggioranza di Como Civica, ha sostenuto la convinzione che i posteggi per i neo genitori debbano essere a pagamento: "Noi diciamo di sì ai posteggi per le mamme e donne incinte, ma non crediamo che debbano essere gratuiti per vari motivi. Per esempio, il codice della strada non prevede sanzioni per chi utilizza i parcheggi di cortesia, quindi sarebbe come istituire posteggi gratuiti che chiunque potrebbe utilizzare, anche chi non ne ha diritto. Inoltre, la gravidanza è una condizione fisiologica e non patologica e non vediamo il motivo per il quale debba comportare il non pagamento della sosta".

In definitiva i parcheggi rosa si chiameranno a Como "parcheggi di cortesia" e saranno dedicati a tuiti i neo genitori, non solo alle neo mamme.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, approvati i "posteggi rosa". Saranno a pagamento

QuiComo è in caricamento