rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

La coalizione che sostiene Barbara Minghetti dice “No” alla terza linea dell’inceneritore

Ma niente slogan: "Approfondire la questione con gli esperti"

Continuan la grande discussione intorno alla Terza linea del forno inceneritore. A parlare ora è Barbara Minghetti, consigliere di minoranza, candidata sindaco del centrosinistra (Svolta Civica, Partito Democratico, Europa Verde Como, Agenda Como 2030). “Con la coalizione che mi sostiene - afferma Minghetti - ci siamo dati un metodo: no a facili slogan, sì ad avere sempre al centro dei nostri sforzi la tutela dei cittadini. La questione della terza linea è la prova della bontà di questo metodo e della nostra determinazione”. 

"La presa di posizione - si legge ancora nel comunicato - arriva alla luce delle indicazioni fornite sin qui dalla Commissione speciale comunale che ha approfondito, con competenza e serietà, la questione. In particolare, quanto riportato dall’amministratore delegato di Como Acqua (soggetto gestore della rete idrica e di depurazione della provincia di Como), che ha chiarito come i fanghi di depurazione del nostro territorio verranno trasformati in biogas o conferiti in un nuovo impianto di trattamento che la stessa Como Acqua ha in programma di realizzare, indica chiaramente l’assenza di necessità di attivare a Como una nuova struttura per l’incenerimento dei fanghi. A ciò si aggiunga l’ulteriore indicazione, che non possiamo ignorare: “che i fanghi destinati alla distruzione non arriveranno dalla provincia di Como e probabilmente neppure da quelle limitrofe, bensì da tutta la Regione e forse addirittura da fuori Regione”, aggravando moltissimo la situazione viabilistica e di inquinamento del nostro territorio". 

"La questione della terza linea, e delle sue ricadute sulla salute dei cittadini, poteva essere affrontata in due modi: sparando slogan populistici basati sul nulla, oppure approfondendo le reali implicazioni della stessa, ascoltando esperti, figure competenti e tutte le parti in causa. Noi - conclude Minghetti - abbiamo scelto, e sempre sceglieremo, la seconda strada: una strada che richiede maggior impegno e lavoro, ma l’unica capace di garantire serietà, nell’interesse primario dei cittadini"- 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La coalizione che sostiene Barbara Minghetti dice “No” alla terza linea dell’inceneritore

QuiComo è in caricamento