Venerdì, 22 Ottobre 2021
Politica Via Luigi Catenazzi

Como, dopo 70 anni la Casa della Giovane chiude: interrogazione di Lissi e Nessi

I consiglieri di PD e Svolta Civica: "Associazione esclusa dal nuovo bando perché sprovvista del contratto di comodato che l'amministrazione aveva promesso da un anno"

Un grande patrimonio umano e sociale di Como sta per svanire nel nulla. La Casa della Giovane chiuderà i battenti dopo oltre 70 anni di grande impegno civile e sociale a supporto delle donne in difficoltà. L'associazione di via Catenazzi (Ponte Chiasso) non ha potuto partecipare al bando indetto dal Comune di Como e, stando a quanto affermato dai consiglieri comunali di Svolta Civica e PD - Vittorio Nessi e Patrizia Lissi - la stessa amministrazione sarebbe in parte responsabile dell'esclusione della Casa della Giovane dal bando. A spiegare i motivi sono gli stessi Nessi e Lissi in un'interrogazione consiliare dove, dopo avere descritto in modo sintetico l'importanza di questa storica associazione, affermano che "la Casa della Giovane ha goduto a titolo di comodato dell’immobile di via Catenazzi dal 2014 al 2018. Dopo di allora ha continuato a fruirne in regime di occupazione senza titolo in attesa che il Comune di Como stipulasse un contratto di locazione in più occasioni promesso (da ultimo nel corso di un incontro con l’assessore Pettignano del 20 luglio 2020) e mai mantenuto".
"Di conseguenza - aggiungono Lissi e Nessi - l’associazione non ha potuto partecipare al bando di gara conclusosi in questo mese di settembre. Dopo quasi settant’anni di preziosissimo servizio alla comunità, la Casa della Giovane dovrà quindi chiudere i battenti e otto dipendenti rimarranno senza lavoro. Perduta andrà anche l’esperienza di venti volontari".

In conclusione i due consiglieri chiedono al sindaco e alla giunta "per quale motivo dopo tante promesse il Comune non ha regolarizzato l’occupazione dell’immobile da parte della Casa della Giovane" e "cosa intendono fare per preservare un servizio che fa parte dell’anima della città e tanti servigi ha reso alla schiera dei più deboli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, dopo 70 anni la Casa della Giovane chiude: interrogazione di Lissi e Nessi

QuiComo è in caricamento