Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Cade il Governo, addio alla maxi provincia Como-Varese-Lecco

L'annuncio delle dimissioni di Mario Monti - arrivato dopo che il Pdl ha dichiarato di volere presentare una pregiudiziale di incostituzionalità del provvedimento sul riordino delle Province (che deve ancora essere convertito in legge) -  sembra...

senatore-butti

L'annuncio delle dimissioni di Mario Monti - arrivato dopo che il Pdl ha dichiarato di volere presentare una pregiudiziale di incostituzionalità del provvedimento sul riordino delle Province (che deve ancora essere convertito in legge) - sembra precludere in modo definitivo alla costituzione di una unica grande provincia formata da Como, varese e Lecco con Como capoluogo. E' uno dei risvolti a livello locale della probabile caduta del governo.

Il senatore comasco Alessio Butti (Pdl), però, tiene a precisare che la questione Province non è un campo di battaglia dei partiti, ma è originata "dai localismi, diffusi in ordine sparso all'interno di tutte le forze politiche". "Io votai contro il provvedimento della spending review perché contestavo il metodo seguito dal governo - ha commentato Butti - e prevedevo centinaia di emendamenti, e così è stato. Ma non è colpa del Pdl. I partiti sono ostaggio dei localismi. Ogni territorio rivendica per sé deroghe rispetto al provvedimento sul riordino delle province. Se Monti si dimette non credo proprio che lo faccia per la pregiudiziale di incostituzionalità che riguarda, a dire il vero, solo Frosinone e Latina. Il governo ponga la fiducia e vedremo chi c'è".

Per Chiara Braga, parlamentare del PD alla Camera "il vero nodo per il quale il governo si dimette è la legge sull'incandidabilità dei condannati, che a qualcuno del Pdl può dare fastidio"."La pregiudiziale di incostituzionalità - ha aggiunto Braga - manifesta l'intenzione di affossare la legge di riorganizzazione sulle province, ma anche di affossare il governo visto che arriva dopo che al Senato è stata tolta la fiducia sul decreto sviluppo e alla Camera sul provvedimento dei tagli dei costi della politica. Quello che mi preme ricordare è che se non c'è la conversione in legge del decreto sul riordino delle province la situazione non torneràal passato, ma rimarrà nel caos perché resta valido il provvedimento salva-Italia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade il Governo, addio alla maxi provincia Como-Varese-Lecco

QuiComo è in caricamento