Bruni e l’ospedale nuovo: “Una sciagura bloccare il trasloco ma la salute pubblica ha la priorità su tutto il resto”

Nella consueta intervista settimanale del martedì il sindaco Stefano Bruni ha toccato numerosi temi. Primo fra tutti la vicenda del nuovo ospedale Sant'Anna che ora rischia di vedere bloccato il trasloco da quello vecchio a causa dei presunti...

Nella consueta intervista settimanale del martedì il sindaco Stefano Bruni ha toccato numerosi temi. Primo fra tutti la vicenda del nuovo ospedale Sant'Anna che ora rischia di vedere bloccato il trasloco da quello vecchio a causa dei presunti rifiuti inquinanti che potrebbero essere stati seppelliti sotto la struttura. "Bloccare il trasloco sarebbe una sciagura - ha detto Bruni - ma la salute pubblica ha la priorità". Nella sezione video potete trovare il video diviso in 3 parti dell'intervita a Bruni del 20 luglio 2010. Ecco una sintesi.

Parte-1 "Era da ingenui - ha detto Bruni - pensare che non ci fossero infiltrazioni malavitose nel territorio comasco". Il sindaco ha poi parlato anche del problema dell'anagrafe e dei confini: "Si va verso una soluzione condivisa: i nuovi nati avranno sulla carta d'identità Como come città di nascita anche se l'ospedale si trova a San Fermo della Battaglia".

Parte-2 Il sindaco si è detto fiducioso sull'andamento della discussione sul Piano integrato d'intervento in corso in queste settimane in consiglio comunale.

Giovedì la prossima seduta. Mancano da votare 4 emendamenti e 5 ordini del giorno. Sul cannocchiale di Sant'Abbondio Bruni ha spiegato che "Multi chiede di potere spostare i volumi, ma non può rinunciare a qualcosa a cui ha diritto". la maggioranza appoggerà l'ordine del giorno del consigliere di opposizione Dario Valli che chiede di fare cotruire un plastio tridimensionale per comprendere meglio l'impatto del nuovo complesso edilizio che sorgerà sull'area ex Ticosa. Bocciata dal sindaco la proposta del consigliere Mario Lucini (Pd) che ha chiesto di realizzare delle sagome a grandezza reale dei futuri edifici per capire meglio l'impatto che avranno sul paesaggio.

Parte-3 Sull'area ex Trevitex e il supermercato Esselunga di Camerlata Bruni ha detto che il cinema multisala, inserito in quel complesso, potrebbe aprire entro Natale.

Sul problema del ritardo nel rifacimento degli asfalti delle strade comasche il sindaco ha affermato che la colpa "è della burocrazia, ma forse potremo ovviare con interventi motivati dalla somma urgenza che ci permetterà di tagliare i tempi e rifare le strade prima che il tempo non sia più idoneo per i lavori di asfaltatura". Sul cantiere del lungolago il sindaco ha dichiarato che non si conoscono ancora i costi per realizzare il progetto di Cino Zucchi che ha vinto il concorso internazionale di iee per l'abbellimento della nuova psseggiata.

Si parla di

Video popolari

Bruni e l’ospedale nuovo: “Una sciagura bloccare il trasloco ma la salute pubblica ha la priorità su tutto il resto”

QuiComo è in caricamento