Mercoledì, 23 Giugno 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Antonio Pagani del PD chiede ai canturini idee e finanziamenti

Cantù. “Oggi per domani”. Questo lo slogan che il futuro candidato sindaco del PD, Antonio Pagani, ha deciso di adottare. Lo ha spiegato lo stesso Pagani durante la conferenza stampa di martedì 7 febbraio, in cui sono state presentate anche altre...

Cantù. “Oggi per domani”. Questo lo slogan che il futuro candidato sindaco del PD, Antonio Pagani, ha deciso di adottare. Lo ha spiegato lo stesso Pagani durante la conferenza stampa di martedì 7 febbraio, in cui sono state presentate anche altre iniziative per la prossima campagna elettorale. Pagani, durante la conferenza, è stato affiancato da Simone Montorfano e Roberto Bianchi, rappresentante dei giovani del PD. Oltre al logo e allo slogan, sono state illustrate anche altre due iniziative pubbliche: la prima riguarda una “bacheca itinerante”, messa a disposizione per tutti i cittadini di Cantù. Equipaggiata di post-it, ognuno potrà scrivere idee, suggerimenti o critiche da presentare al partito. Lo scopo è quello di aprire un dialogo con i cittadini, entrare in contatto con loro e comprendere le reali esigenze della città. Altra iniziativa è la campagna di autofinanziamento “5 x 1, 1 x tutti” e “un pensiero per Cantù”. Ogni cittadino potrà contribuire alla campagna elettorale di Pagani, versando 5 euro su un conto corrente. Per garantire la massima trasparenza, ogni quota versata sarà documentata sul sito di Antonio Pagani.

La conferenza è stata anche l’occasione per parlare delle proposte in programma: i temi sui quali batte principalmente il candidato del PD sono innanzitutto l’urbanistica. A questo proposito, Pagani dichiara: “ Bisogna costruire la Cantù di domani, più bella, più ordinata, più vivibile. Ma ciò solo in condivisione con i cittadini. Tutte cose che durante questi anni sono state fatte al contrario”. Altro tema toccato è l’ambiente, con l’idea di rilanciare il parco regionale della brughiera, potenziare la differenziata ed educando i cittadini al consumo responsabile. Altra idea proposta è quello dello sviluppo economico. Valorizzare le eccellenze del territorio, sfruttando magari occasioni ghiotte come l’Expo del 2015. Si tratta, ovviamente, di un programma ancora non ben definito, che nelle intenzioni di Pagani dovrebbe costruirsi strada facendo insieme ai cittadini. Pagani, fino ad oggi, è l’unico candidato sindaco ufficiale di Cantù, e sembra disponibile al dialogo con altre forze politiche: sicuramente con le forze di centro-sinistra (ma pare che l’accordo con SEL sia saltato). Al momento, però, sembra complicato il dialogo con altre liste civiche di Cantù. Lavori in corso, lista civica storica della città, sembra poco propensa ad alleanze con altri partiti.

Si parla di

Video popolari

Antonio Pagani del PD chiede ai canturini idee e finanziamenti

QuiComo è in caricamento