Un centinaio al presidio antifascista a Porta Torre

Si è svolto oggi il presidio antifascista e antirazzista organizzato per le 14.30 a Porta Torre dal coordinamento composto da Anpi di Como, Circolo Italia -Cuba di Como, Coordinamento Comasco per la Pace, Arci di Como, Giovani Comunisti e FGCI...

Si è svolto oggi il presidio antifascista e antirazzista organizzato per le 14.30 a Porta Torre dal coordinamento composto da Anpi di Como, Circolo Italia -Cuba di Como, Coordinamento Comasco per la Pace, Arci di Como, Giovani Comunisti e FGCI.

Presenti alla protesta anche esponenti del PD, come l'onorevole Chiara Braga, e rappresentanti di forze politiche e liste civiche di sinistra, come Donato SUpino (Prc), Roberta Marzorati (Lista Per Como) e Gisella Introzzi, che sosterrà la candidatura a sindaco di Mario Lucini.

Ma a Como si può davvero parlare di razzismo e fascismo? Per l'onorevole Braga "è importante testimoniare con la nostra presenza i valori dell'antifascismo anche in relazione a brutti episodi che si sono verificati in città. Bisogna essere molto fermi davanti a questui rigurgiti negazionisti e fascisti". Come ha spiegato Antonio Proietto, segretario provinciale dell'Anpi Como (associazione dei partigiani), il presidio ha preso le mosse da due episodi,: "Mi riferisco alla scritta negazionista apparsa sul muro dell'Anpi, in cui si nega che siano esistiti i forni crematori, e poi il convegno negazionista organizzato da Forza Nuova".

La dura dialettica tra l'estrema destra e la sinistra comasche va avanti da alcuni mesi a suon di iniziative, incontri e manifestazioni. Sabato prossimo, 11 febbraio, in piazza ci sarà Militia (associazione culturale di estrema destra) che porterà in piazza Duomo una mostra commemorativa sulle foibe.

Si parla di

Video popolari

Un centinaio al presidio antifascista a Porta Torre

QuiComo è in caricamento