Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica

Ambrogio Molteni candidato dell'Udc alle elezioni di Cantù

Ambrogio Molteni sarà il candidato sindaco per l’Udc a Cantù. E’ la prima volta che la città ha un candidato sindaco dell’Unione di centro: “Io sono un uomo di partito e  ho alle spalle la mia storia politica di cui non mi vergogno. Sono felice...

ambrogio-molteni-udc

Ambrogio Molteni sarà il candidato sindaco per l'Udc a Cantù. E' la prima volta che la città ha un candidato sindaco dell'Unione di centro: "Io sono un uomo di partito e ho alle spalle la mia storia politica di cui non mi vergogno. Sono felice che il partito mi abbia scelto. E correrò per vincere". Esordisce così Ambrogio Molteni, classe 1953, con alle spalle una lunga militanza nella Democrazia Cristiana, poi passato all'Udc di Casini. Imprenditore, è molto conosciuto in città per essere il presidente dell'associazione sportiva Libertas Brianza, la cui squadra di volley femminile gioca in A2.

Alla conferenza di presentazione che si è tenuta stamani, hanno partecipato anche il segretario provinciale dell'Udc e candidato sindaco di Como, David D'ambrosio, il responsabile provinciale per i giovani dell'Udc, Edoardo Pivanti, il responsabile dei giovani dell'Udc di Cantù, Daniele Gualdi, e il responsabile regionale per i giovani dell'Udc, Alberto Garbo. Tutto ciò naturalmente non è un caso: Molteni, infatti, dichiara di voler inserire in lista molti giovani e alcune tematiche del programma elettorale saranno rivolte principalmente a loro. Il segretario provinciale D'Ambrosio, ha spiegato le ragioni che hanno spinto il partito a candidare Molteni: "Ambrogio Molteni è sempre stato considerato una colonna portante del partito. Lo abbiamo sempre visto solido e onesto, dice sempre quello che pensa e oggi come oggi un simile atteggiamento è utile in politica. Sono certo che a Cantù avremo un ottimo risultato".

Durante la conferenza, sono stati toccati alcuni punti che verranno sviluppati nelle prossime settimane e che riguardano essenzialmente il programma elettorale: "La città vuole cambiare e per poter cambiare, bisogna pensare come un imprenditore. Abbiamo bisogno di facce nuove, competenti e con esperienza alle spalle, capaci di riuscire a creare ricchezza. Solo producendo ricchezza si possono creare nuovi posti di lavoro". Anche Molteni dice stop alla costruzione edilizia e al consumo di suolo: "Non ha senso continuare a costruire. Piuttosto recuperiamo le zone del centro".

Molteni vorrebbe anche privatizzare le società partecipate (la Canturina Servizi), le farmacie e la piscina. Sui trasporti, Molteni propone la costruzione della tangenziale, sia per evitare che il traffico congestioni la città, sia per aiutare a smaltire l'inquinamento provocato dai gas di scarico. Al momento, sul fronte delle alleanze, sembra che l'Udc combatterà la battaglia elettorale da sola. Sfumata al momento l'ipotesi di costituire un terzo polo con FLI: "Abbiamo condotto tutte le trattative possibili ma fino ad oggi non abbiamo avuto nessun riscontro". La Lega e il PDl, al momento sembra che siano rimasti fuori da un possibile accordo: l'una perché troppo fossilizzata sul territorio, accusata dunque di avere una visione miope sulle grandi questioni, l'altro perché avrebbe creato un sistema chiuso, non aperto anche alle eventuali liste civiche, mentre l'Udc si dichiara aperto a tutte le proposte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambrogio Molteni candidato dell'Udc alle elezioni di Cantù

QuiComo è in caricamento