rotate-mobile
Politica Centro storico / Via Vittorio Emanuele II, 97

Evasione Tari a Como, accertamenti per oltre 2 milioni di euro

Il sindaco Rapinese: "La lotta va avanti"

Oltre 2 milioni di euro di evasione Tari accertata in poco più di due mesi. E' questo il risultato ottenuto finora dall'attività di controllo e accertamento avviata dal Comune di Como su impulso del sindaco Alessandro Rapinese. La cifra (per la precisione 2 milioni e 15mila euro) è il frutto dei 1.227 avvisi di accertamento inviati finora dall'amministrazione comunale ad altrettanti utenze (attività commerciali e privati cittadini). Quanto di questa cifra potrà essere effettivamente recuperata al momento non è dato sapere. "Ma con gli avvisi di accertamento - ha spiegato il sindaco Rapinese - abbiamo interrotto la prescrizione. Ora abbiamo ben due milioni di motivi per continuare questa lotta all'evasione".
Da oggi Rapinese trasferisce il suo ufficio al primo piano, dove è sempre stato. "L'obiettivo che mi ero prefissato, cioè dei 2 milioni di euro - ha detto - è stato raggiunto. Ora il mio ufficio torna dove era prima, ma solo temporaneamente. La mia prossima priorità sono le opere pubbliche". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione Tari a Como, accertamenti per oltre 2 milioni di euro

QuiComo è in caricamento