Como, il termometro potrebbe tornare sottozero: colpo di coda dell'inverno

Coldiretti preoccupato per l'agricoltura

Nei prossimi giorni, da lunedì 23 marzo 2020, gelidi venti dalla Russia causeranno un tracollo termico anche di 10-15°C con rovesci di neve e la temperaturà crollerà anche in molti comuni delle province di Como e Lecco. In particolare quelli in altura, potrebbero tornare sotto zero, si ipotizza un calo fino a -3/4 gradi, con una probabile ricomparsa della neve, specie in altura ma non si esclude anche in zone pianeggianti.

Il problema, dal punto di vista agricolo (dato che noi dovremo stare comunque in casa) è accentuato dal fatto che la stagione è partita in anticipo, con le  "colture che hanno anticipato la fase vegetativa, in primis gli alberi da frutto”. Una situazione che dovrebbe perdurare almeno fino a giovedì 26 marzo 2020. Un'altra preoccupazione per l'agricoltura che sta già vivendo, come molti altri settori, una crisi a causa dell'emergenza coronavirus. Il brusco abbassamento delle temperature rischia di compromettere le fioriture di piante e alberi da frutto e avere ripercussioni sul lavoro delle api: un’eventuale gelata, infatti, potrebbe avere ripercussioni sulla produzione di miele di tarassaco e ciliegio. 

Ad esprimersi in merito il presidente della Coldiretti interprovinciale Fortunato Trezzi

“Monitoriamo la situazione, che aggiunge una preoccupazione in più per i produttori agricoli, già messi a dura prova dalla gestione dell’emergenza coronavirus. L’agricoltura in ogni caso non molla, è impegnata nel rifornimento dei canali di distribuzione e nella consegna a domicilio dei prodotti agricoli: l’elenco dei produttori che offrono questo servizio è continuamente aggiornato sul sito www.como-lecco.coldiretti.it”.

Lo confermano, oltre a Coldiretti, anche gli esperti del meteo: «Vero e proprio colpo di scena con l’inizio della nuova settimana, quando unasa d’aria gelida proveniente direttamente dalla Russia raggiungerà anche l’Italia riportando condizioni meteorologiche prettamente di stampo invernale” – lo conferma il meteorologo Andrea Vuolo che aggiunge – “le regioni più colpite saranno quelle centro-settentrionali». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Un malore improvviso: addio a Mario Bottiani, fiorista del mercato coperto

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Follia Lidl, anche nel Comasco file e corse per le scarpe (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

Torna su
QuiComo è in caricamento