Valfresca chiusa da 4 mesi, residenti esasperati: "Anche noi paghiamo le tasse"

Jersey di cemento sbarrano il tratto a rischio smottamento, ma nessun lavoro è in corso

Sbarramento in Valfresca

"Forse chi abita in valfresca non paga le tasse come tutti? Questa è la condizione in cui versa a distanza di ormai 4 mesi: vergogna!". E' in questo laconico commento (con tanto di foto allegata) della lettrice Anna Eletto la rabbia e l'esasperazione dei residenti della Valfresca. 
Da quattro mesi la strada che conduce a San Fermo della Battaglia, molto utilizzata come alternativa alla via Bixio e alla Garibaldina, è spezzata in due. Per i primi tempi il Comune ha chiuso la strada con transenne removibili. A causa di un rischio frana è stata disposta la chiusura in attesa dei lavori di sistemazione. Dopo alcune settimane qualcuno ha pensato bene di spostare le transenne e il flusso di veicoli ha ripreso quasi come prima, a dispetto del divieto di transito. Poi per impedire categoricamente il passaggio di auto il Comune ha provveduto con uno sbarramento per così dire più solido: ecco le barrie di jersey in cemento. 
Poco male se non fosse che nessuno attualmente sta lavorando per ripristinare lo stato di sicurezza del tratto considerato a rischio smottamento. Insomma, non si sa per quanto tempo ancora resterà chiusa la Valfresca e per quanto tempo ancora i residenti di questa strada dovranno subire i disagi dell'inerzia della pubblica amministrazione che non si decide intervenire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Como, lo shopping ai tempi del colore arancione: c'è confusione per gli spostamenti consentiti

Torna su
QuiComo è in caricamento