Valfresca chiusa per rischio frana, nessuno lavora per metterla in sicurezza: barriere divelte per passare

In teoria il transito è vietato ma in molti la percorrono lo stesso. Anche perché è evidente che nessuno sta lavorando per sistemarla

Il caso della strada Valfresca di Como - altrimenti nota con il suo vero nome di via XXVII Maggio - sta assumendo connotazioni grottesche. Dallo scorso mese di maggio 2018 la strada è stata chiusa in entrambe le direzioni a causa di un tratto interessato da un rischio frana (parte alta della strada). Da allora il Comune ha fatto installare alcune barriere di per impedire il transito dei veicoli. Siccome apparentemente la strada sembra normale e priva di rischi qualcuno ha pensato di abbattere le barriere per consentire alle auto di transitare ugualmente. 
I controlli sulla sicurezza di questo tratto di strada scarseggiano e da giorni le macchine salgono e scendono dalla Valfresca percorrendola per intero. Del resto - ed è qui che la cosa diventa surreale - in tutti questi mesi non si è ancora visto un vero e proprio cantiere per i lavori di messa in sicurezza dell'area. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Como cancella l'Iva e diventa un Duty Free a cielo aperto. Obiettivo: attrarre gli stranieri

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Nel cielo di Como lo spettacolo della cometa di Neowise, visibile a occhio nudo

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

Torna su
QuiComo è in caricamento