Tangenziale di Como gratis nell'ora di punta, la proposta: a chi piace e a chi no

Bongiasca: "Infattibile". Bulgheroni: "Piutost che nient, l'è mei piutost"

Basta accostare le parole “tangenziale” o "pedemontana" e “gratis” che la politica, di qua e di là e di là, si scatena. La proposta è arrivata dai comuni del varesotto: rinunciare al pedaggio nelle fasce orarie di massima affluenza e soprattutto legate a chi si muove per lavoro, ovvero dalle 7 alle 9 e dalle 17 alle 19. Si stratta delle ore in cui c’è più afflusso e quindi anche di quelle in cui l’incasso è maggiore.
Abbiamo rilanciato questa idea ad amministratori e politici lariani interessati dalla Tangenziale di Como, per capire se sia fattibile anche sul nostro territorio o perlomeno se sia mai stata presa in considerazione.

fiorenzo bongiasca-4

Il no più secco arriva da Fiorenzo Bongiasca, presidente della provincia di Como: “No, francamente questa proposta non l'abbiamo mai valutata. Non che non sia accattivante - bello sarebbe poterla rendere completamente gratuita - ma la coperta è corta". Secondo il numero di Villa Saporiti, insomma, non ci sarebbero fondi da destinare al pedaggio della Tangenziale di Como. “Da qualche parte i soldi con cui è stata realizzata vanno trovati e in questo momento il pedaggio sembra l'unica soluzione. Poi si può sempre pensare a una scelta di tipo politico e quindi rendere gratuito il collegamento, magari proprio nelle fasce orarie di maggiore affluenza, ma a quel punto i soldi vanno presi da un'altra parte. Si tratta appunto di una scelta politica, ma al momento senza un reale rilancio economico del territorio, l’alternativa è solo andare a pescare i soldi in qualche altra tasca”.

angelo-orsenigo

Non la pensa così Angelo Orsenigo, consigliere regionale del PD: "Questa proposta non la valuto, non perché non sia interessante, ma perché resto fermo alle promesse che sono state fatte da Maroni prima e da Fontana poi, quelle garanzie di totale gratuita della Tangenziale di Como. Certo che se la giunta regionale dovesse infine avere la faccia tosta di dire che il collegamento non sarà mai gratis, a quel punto accontentarsi delle fasce orarie protette sarebbe il minimo, meglio di niente insomma".

fabio bulgheroni sindaco casnate-2

E non è molto lontano il parere di Fabio Bulgheroni, sindaco di Casnate con Bernate e quindi direttamente coinvolto nella possibilità di rendere più accattivante l'uso della Tangenziale: " Piutost che nient, l'è mei piutost! Sarebbe bello poter garantire queste fasce, certo che da qualche parte i soldi con cui la strada è stata realizzata vanno trovati. Mi preme però dire che il punto fondamentale per me al momento non è tanto il pedaggio, su cui si discute da 8 anni senza trovare una soluzione che mi auguro arrivi presto e sia soddisfacente, ma il completamento. Per me è assolutamente indispensabile che l'opera venga finalmente terminata con il secondo lotto, per essere efficace e evitare il traffico nei vari comuni del comasco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, infetto un ragazzo della Valtellina. I contagi in Lombardia sono già 89

  • Coronavirus a Como: paziente infetto trasferito all'ospedale Sant'Anna

  • Coronavirus, non solo le scuole: dalle 18 chiusi pub e discoteche, non i ristoranti

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Da Moreno, in crisi la catena dello shopping low cost: timore per i dipendenti di Olgiate e Vertemate

Torna su
QuiComo è in caricamento