Viabilità

Ztl: come si chiedono i permessi online

Anche i privati devono fare domanda via web per accedere alla città murata con i mezzi a motore

Accessi Ztl

Prima la procedura riguardava soltanto società, associazioni, enti e titolari di partita IVA, ma già dallo scorso settembre anche i privati dovranno presentare richiesta online se vorranno accedere alla città murata con i mezzi a motore. Questo, nelle intenzioni dell’amministrazione comunale ridurrà i tempi d’attesa per il cittadino e snellirà la mole di lavoro degli uffici municipali. Di contro, non sarà più possibile presentare la domanda in formato cartaceo, salvo che per richiedere un singolo permesso, inferiori alle tre ore, e per tutto ciò che riguarda i contrassegni per il parcheggio disabili.

Accedere alla procedura è possibile in due modi, ovvero con la Carta Regionale dei Servizi (quella che ancora molti di noi chiamano “tessera sanitaria”, per intenderci) e il relativo pin e un lettore di smart card. Non avete mai richiesto il pin oppure l’avete smarrito? Niente paura: potete averlo tramite l'Urp del Comune (al piano terra di Palazzo Cernezzi, con accesso dal Cortile Antico) o recandovi alla sede territoriale della Regione in viale Varese.
Un altro modo per accedere ai servizi legati alla Ztl e lo SPID, cioè il Sistema Pubblico di Identità Digitale, che deve essere stato precedentemente attivato.

L’amministrazione comunale fa sapere che la Polizia Locale e l'Ufficio Relazioni con il Pubblico sono a disposizione per fornire informazioni e assistenza ai cittadini riguardo alla nuova procedura, con i seguenti orari:
Ufficio permessi in via Odescalchi: da lunedì a venerdì 8.30-12.00;
Urp: da lunedì a venerdì 8.30-13.30;
Con la ripresa del mercoledì del cittadino, il mercoledì dalle 8.30 alle 15.30.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl: come si chiedono i permessi online

QuiComo è in caricamento