L'auto piena di multe e abbandonata? E' di una società finanziaria di Lugano, il proprietario vive in centro Como

Forse nessuno verrà mai a prendersi la Peugeot parcheggiata da sei mesi su un posto blu

E' stato molto semplice risalire al proprietario dell'auto ticinese che da sei mesi è parcheggiata su un posto blu di viale Varese a Como senza pagare mai parcometro. E' bastato inserire il numero di targa nel campo di ricerca fornito da un apposito sito istituzionale svizzero che consente di conoscere i dati del proprietario di una vettura in un paio di click. Il sistema vale solo per le targhe il cui proprietario non abbia chiesto che vengano protette per privacy.
La macchina in questione risulta intestata a una società ticinese che risulta essere in liquidazione. Il titolare e amministratore di tale società è un italiano di Rimini, - G. B. - già noto alle forze dell'ordine e già salito agli onori della cronaca nell'ambito di una maxi inchiesta per evasione fiscale. L'uomo, infatti, nella sua attività di manager e fiscalista è stato coinvolto nell'inchiesta che lo ha visto patteggiare a 3 anni e 2 mesi per avere evaso milioni e milioni di euro.

L'uomo attualmente vive in centro Como ma la macchina è intestata alla sua vecchia società ticinese. Non è chiaro se tutte le multe che gli sono state elevate in viale Varese (e chissà, magari anche in altri parti d'Italia) siano esigibili. Quello che è certo è che un tentativo per chiedergli di pagarle potrebbe essere fatto, basterebbe alla polizia locale bussare alla sua porta e chiedergli di saldare il conto (sicuramente salatissimo) con la Como Servizi Urbani (società che si occupa dei parcheggi a pagamento per conto del Comune di Como). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese, ecco le indicazioni del Ministero della Salute

  • I 10 migliori eventi del weekend a Como e dintorni

  • Parchi al posto delle dogane e un laghetto a Monte Olimpino: è il progetto svizzero che piace agli italiani

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Como, i furbetti del sacco rosso

  • Provano a imitare il nostro lago: ecco la rivista americana che propone mete "che sembrano il Lario"

Torna su
QuiComo è in caricamento