Frana di Argegno, partono i lavori: da marzo il cantiere sulla Regina

Intervento tra marzo e aprile con pausa per le festività pasquali

La frana di Argegno del 10 settembre 2017

Frana sulla Statale Regina ad Argegno, finalmente qualcosa si muove: partiranno a marzo 2018 i lavori per ricostruire il muro crollato sulla strada il 10 settembre 2017 a causa della forte pioggia che si era abbattuta sulla provincia. La frana, all'alba di una domenica mattina, fortunatamente non aveva causato vittime o feriti. 
Recentemente del caso di è occupato anche il tg satirico Striscia la Notizia che ha inviato ad Argegno Capitan Ventosa (al secolo Fabrizio Fontana) per un confronto impietoso tra il tempo occorso per sistemare una strada sommersa da una frana in Svizzera (solo 3 mesi, e quello necessario per il muro crollato sulla Regina, non ancora sistemato.
Martedì 6 febbraio 2018 in Prefettura a Como si è svolto un incontro tra il prefetto Bruno Corda, Anas (più volte sollecitata dalle istituzioni a fornire risposte sull'inizio del cantiere) e i sindaci del Lario e del Ceresio: tra le novità emerse, la realizzazione dei lavori tra marzo e aprile. Il cantiere dovrebbe durare 60 giorni con una pausa nel periodo pasquale in cui, anzichè dal semaforo, il traffico verrà regolato da movieri per garantire la viabilità sulla trafficatissima Regina.
.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, consulente immobiliare scomparso: Ricardo trovato senza vita

  • Mascherine gratuite in Lombardia, a Como 178mila

  • Mascherine gratuite in provincia di Como, la Regione: "distribuite in tutte le edicole"

  • Violenza sul bus da Como a Cantù: aggrediscono una donna e prendono a bottigliate un uomo

  • È morto Tullio Abbate, re della motonautica e simbolo del lago di Como

  • Via Milano, clienti accalcati dentro la macelleria: tutti multati e disposta la chiusura dell'attività

Torna su
QuiComo è in caricamento