Incidenti stradali, è Griante il paese più a rischio

Lo rivela una ricerca pubblicata dal Sole24Ore

Incidente sulla Statale Regina (immagini di repertorio)

E' Griante il paese lariano con il più alto tasso di incidenti stradali della provincia di Como.

A dirlo è una ricerca pubblicata lunedì 13 novembre 2017 dal Sole24Ore sulla base di dati elaborati dall'Istat (su richiesta di InfoData) su base comunale riferiti al 2016.

La mappa

Dalla ricerca è stata costruita una mappa in cui ciascun comune è colorato con una tonalità che va dal blu all'arancione a seconda che nel paese in questinoe sia stato rilevato un numero di incidenti ogni 100 abitanti inferiore o superiore alla media nazionale. Media nazionale che è pari a 0,299 constatazioni amichevoli compilate ogni 100 residenti (per i soli comuni in cui è stato registrato almeno un sinistro.

In provincia di Como sono 31 i comuni che superano la media nazionale di 0,299.

La classifica lariana

Il paese con il tasso più alto, come detto, è Griante (colorato in arancione scuro) con 11 incidenti nel 2016 (quasi uno al mese) e un tasso di 1,743: vuol dire che quasi 2 residenti su 100 ha dovuto chiedere aiuto al carrozziere nell'anno passato.

Al secondo posto troviamo Gera Lario, sempre 11 incidenti e un tasso di 1,070. Terza Argegno, con 7 incidenti e un tasso di 1,051.

Ciò che balza subito all'occhio è il fatto che si tratta di tre comuni posti sulla Statale Regina, che si conferma come una delle strade più a rischio incidenti della provincia.

Como

E il capoluogo? 

Como si piazza in testa alla classifica del numero di sinistri assoluto, con 406 incidenti rilevati nel 2016: se però guardiamo al numero di constatazioni amichevoli, siamo solo a 0,481 ogni 100 abitanti.

Risultato analogo per gli altri grossi centri lariani: Cantù ha registrato 155 incidenti e un tasso di 0,389, Erba 25 incidenti e un tasso di appena 0,153, Olgiate 48 incidenti e un tasso di 0,413, Mariano Comense 62 incidenti e tasso di 0,250. Dunque in molti casi dati sotto la media nazionale.

Dai dati citati emerge chiaramente che secondo la ricerca le questioni demografiche non sembrano incidere in maniera determinante sul numero di sinistri. Ovviamente più auto ci sono in circolazione, più sarà alto il numero di incidenti, come si vede nella tabella in cui InfoData ha messo a confronto popolazione e numero assoluto di incidenti nei comuni lariani in cui se ne sono verificati.

Se però si guarda al confronto tra la popolazione e gli incidenti ogni 100 abitanti, la situazione cambia di molto.

Prendendo ad esempio il caso di Como, si vede che in entrambi i grafici è un punto isolato nella parte alta. Mentre però in quello di destra (numero assoluto di incidenti) è decisamente spostato verso destra, in quello di sinistra (quello degli incidenti ogni 100 abitanti) si trova dalla parte opposta. Al contrario di Griante che è invece il punto marrone in basso a destra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo significa che il tasso di incidenti nel capoluogo non è il più alto della provincia, contrariamente a quanto si potrebbe pensare e che, come suggerisce il Sole 24 Ore, "le cause degli incidenti non sono da ricercare solo nella popolosità di una città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, consulente immobiliare scomparso: Ricardo trovato senza vita

  • Lutto nella polizia penitenziaria: si toglie la vita un assistente capo di Como

  • Mascherine gratuite in Lombardia, a Como 178mila

  • Mascherine gratuite in provincia di Como, la Regione: "distribuite in tutte le edicole"

  • Violenza sul bus da Como a Cantù: aggrediscono una donna e prendono a bottigliate un uomo

  • Via Milano, clienti accalcati dentro la macelleria: tutti multati e disposta la chiusura dell'attività

Torna su
QuiComo è in caricamento