Como, in arrivo gli autovelox fissi in via Napoleona contro gli incidenti

Postazioni di controllo della velocità attivate dai vigili

Vigili con il telelaser in via Napoleona

Più sicurezza in via Napoleona a Como dopo gli incidenti degli ultimi mesi: ecco le nuove misure annunciate dal Comune. Postazioni fisse in cui attivare gli autovelox, nuova segnaletica e linea di mezzeria in rilievo con maggiore rugosità per avvisare gli automobilisti che stanno invadendo la corsia opposta.
Sono alcune delle novità confermate dall'assessore alla Mobilità Vincenzo Bella rispondendo all'interrogazione del consigliere di Forza Italia Luca Biondi, nel corso del consiglio comunale di lunedì 17 giugno 2019: quella più rilevante è l'installazione di alcune postazioni fisse per l'autovelox. Si tratta di postazioni che non avranno all'interno l'autovelox sempre attivo, ma si basi in cui verrà installato l'apparecchio in presenza della pattuglia della polizia locale.
Annuciata anche una segnalatica che evidenzi maggiormente la pericolosità della strada e la linea di mezzeria rifatta con un materiale che con una vibrazione e il conseguente rumore indichi all'automobilista lo "sconfinamento" nella corsia opposta.

Tutte misure volte a prevenire gli incidenti in quel tratto di strada, spesso dovuti a un eccesso di velocità dei conducenti. Nelle scorse settimane intensificati anche i controlli con il telelaser da parte dei vigili. A far tornare la strada agli onori delle cronache i tre incidenti, di cui uno grave, avvenuti nel mese di aprile in poco più di 15 giorni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, tragedia all'alba: ragazzo trovato in fin di vita sulla strada muore in ospedale

  • Il dramma di Gaetano Banfi, il ragazzo di Rebbio morto in strada

  • Il colosso Zara apre a Como for&from: commessi disabili per un negozio senza barriere

  • Dongo, cane ammazzato e buttato nel lago con un cappio al collo: è caccia al responsabile

  • Le 10 migliori pizzerie di Como (e dintorni)

  • Criminale sfortunato, va a processo per evasione ma due vigili lo riconsocono anche per un altro reato

Torna su
QuiComo è in caricamento