menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Conviventi

Conviventi

Procedura e informazioni per registrazione delle coppie di fatto a Como

Chi può costituire una coppia di fatto, e quali documenti mandare in Comune

La convivenza di fatto si istituisce tra due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da un'unione civile tra loro o con altre persone. Le persone maggiorenni possono essere sia eterossessuali che omossessuali.

Chi può costituire una convivenza di fatto

La dichiarazione per la costituzione di una convivenza di fatto può essere effettuata da due persone maggiorenni, unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, residenti nel Comune di Genova, coabitanti e iscritte sul medesimo stato di famiglia.

Nel caso in cui gli stessi non siano già residenti, coabitanti e iscritti sul medesimo stato di famiglia è necessario rivolgersi a un qualsiasi sportello anagrafico per effettuare le dichiarazioni.

Gli interessati non devono essere legati da vincoli di matrimonio o da un’unione civile, né da rapporti di parentela, affinità o adozione.

Come dichiarare la convivenza di fatto a Como

Presentando un'apposita dichiarazione sottoscritta da entrambi i soggetti, unitamente alla copia dei rispettivi documenti di identità in corso di validità. Qualora uno dei due contraenti fosse di cittadinanza comunitaria o extracomunitaria, necessiterà una dichiarazione Consolare attestante lo stato civile LIBERO/A DI STATO (celibe/nubile o divorziato/a), debitamente legalizzato in Prefettura (se necessaria la legalizzazione, consultare la pagina https://www.prefettura.it/como/contenuti/43565.htm) I cittadini potranno presentare dichiarazione di convivenza di fatto non solo presso lo sportello comunale, ma anche per raccomandata, per fax 031/252456 e per via telematica anagrafe.iscrizioni@comune.pec.como.it

Quest'ultima possibilità è consentita solo ed esclusivamente ad una delle seguenti condizioni:

  • se la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice 
  • se la dichiarazione è sottoscritta con firma digitale
  • se l'autore è identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica, dalla carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentono l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione.

Indirizzi Comune

Via Vittorio Emanuele II 97 - 22100, Cortile moderno, piano rialzato
T. 031 252 251-031 252 374
Tutte le caselle pec sono abilitate anche alla ricezione di email da indirizzi ordinari
anagrafe.iscrizioni@comune.pec.como.it
Per informazioni specifiche inerenti i registri demografici dalle ore 12.30 alle ore 14

T. 031.252.222
urp@comune.como.it
Per informazioni generali

F. 031 252 456

Orari
A causa dell'emergenza Covid-19, giorni, orari e modalità di accesso agli uffici hanno subito variazioni. Consulta qui tutte le modifiche

Lunedì, Martedì, Venerdì, Sabato 9.00 - 12.00;
Mercoledì 9.00 - 13.30;
GIOVEDÌ SOLO SU APPUNTAMENTO

L'inoltro via casella Pec e mail è consentito seguendo una di queste modalità:

  • acquisizione mediante scanner della copia della dichiarazione recante le firme autografe e delle copie dei documenti d'identità dei dichiaranti
  • sottoscrizione della dichiarazione con la firme digitale di entrambi i dichiaranti.

Infine la richiesta può essere presentata agli uffici anagrafici esibendo un documento d'identità valido.

Il modulo deve essere sottoscritto da entrambi i componenti, ma può essere presentato anche un solo componente della convivenza di fatto purché in possesso di fotocopia del documento d'identità del componente assente.

La dichiarazione non può essere effettuata da coloro che facciano già parte di una unione civile, i cui effetti non siano cessati al momento della domanda di iscrizione, né dalle persone coniugate fino al momento dell’annotazione dello scioglimento o della cessazione degli effetti civili del matrimonio sull’atto di matrimonio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia, nuova ordinanza: intere province in arancione "scuro"

WeekEnd

Le 5 migliori gite del weekend in zona gialla sul Lago di Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento