Rinnovo patente di guida: addio alla marca da bollo, si paga su conto corrente postale

Novità introdotta dal 6 luglio 2020 per pagare 16 euro

La marca da bollo da 16 euro per le patenti di guida (no nautiche) è stata sostituita dal versamento di pari importo sul conto corrente postale 4028 intestato al Dipartimento Trasporti Terrestri - imposta di bollo ed è legato a queste nuove disposizioni l’avviso che alcuni utenti stanno ricevendo da Asst Lariana, via mail o via sms, di provvedere con un versamento di 16 euro in sostituzione della marca da bollo. Tale sostituzione nasce da un preciso obbligo normativo (DPR 28.03.2019 n. 54, Decreto 2 dicembre 2019 e successive circolari applicative), ossia  del pacchetto di provvedimenti del Ministero dei Trasporti noti come "Dematerializzazione del certificato medico attestante l'idoneità psicofisica dei conducenti di veicoli a motore", iniziato nel 2014 con la dematerializzazione dei certificati di RINNOVO delle patenti e conclusa nel luglio 2020 con la dematerializzazione anche dei certificati di rilascio, duplicato, chiusura di revisione, riclassificazione e conversione da patente estera.
Per le patenti, l'apposizione della marca da bollo sul certificato cartaceo non è più consentita dal 6 luglio 2020 ed è obbligatorio, come detto, l’assolvimento dell’imposta di bollo attraverso il versamento sul conto corrente 4028 intestato al Dipartimento Trasporti Terrestri. Nel bollettino effettuato è riportato uno specifico codice di versamento che gli operatori della Commissione Medica Patenti di Asst Lariana inseriranno poi nel sistema informatico; senza tale codice non sarà in alcun modo possibile concludere il procedimento di rilascio, duplicato o revisione del documento. Attenzione quindi, nel caso in cui il bonifico venisse effettuato attraverso l’home banking, a verificare che l’istituto di credito abbia aderito alla convenzione con Poste Italiane che regola il servizio di pagamento dei bollettini di conto corrente postale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

Torna su
QuiComo è in caricamento