Come cambiare il medico di famiglia a Como

Il medico di famiglia può essere sostituito con uno di quelli inseriti negli elenchi dell’Ats di appartenenza. Il cambio va motivato

Medico di Famiglia

La figura del medico di base riveste un ruolo chiave all’interno di ogni famiglia italiana. Vero punto di riferimento per ogni esigenza sanitaria, non è infrequente il caso in cui si decida di sostituire il precedente medico oppure, a causa del cambio di residenza, se ne debba scegliere uno.

Come cambiare medico di base: l’elenco dei medici curanti

Il primo passo è quello di consultare gli elenchi dei medici convenzionati con il Servizio sanitario nazionale presso l’Ats di appartenenza. Alcuni distretti sanitari provvedono alla pubblicazione di queste liste sul proprio portale internet, rendendo molto agevole la consultazione.

Individuato il nominativo, la scelta dovrà essere effettuata recandosi presso il distretto (l’ufficio competente è quello “scelta e revoca”) muniti di certificato di residenza (o semplice autocertificazione), libretto e tessera sanitari.

Da qualche anno la scelta del medico di base è stata resa più consapevole dall’obbligo, imposto alle Aziende sanitarie, di rendere pubblico il curriculum di ogni medico, gli orari dell’ambulatorio e le caratteristiche di ogni studio medico. Di conseguenza, ogni volta che bisognerà scegliere un medico di famiglia, si potrà fare affidamento su una conoscenza maggiormente qualificata del professionista che, in futuro, si occuperà della propria salute. 

Come cambiare medico di base: la residenza

L’Ats di appartenenza è quella del luogo dove si ha la residenza. È possibile, tuttavia, scegliere un medico di famiglia negli elenchi di un altro distretto: si pensi a chi è fuori per studio o per lavoro e non abbia trasferito la residenza. In questo caso, è necessario seguire un iter un po’ più complicato.

Come cambiare il medico di base?

La procedura del cambio del medico di base precedentemente scelto avviene secondo le modalità di selezione sopra illustrate: bisognerà recarsi presso l’ufficio scelta e revoca dell’Azienda sanitaria di appartenenza e presentare l’autocertificazione di residenza, il codice fiscale e la tessera sanitaria. In aggiunta, verrà chiesto di motivare la scelta del cambio. Nel caso in cui nel Comune di residenza presti servizio un unico medico di famiglia, la sostituzione è consentita solo in casi eccezionali valutati dal Comitato aziendale per la Medicina Generale.

Per quanto riguarda Como potete consultare il sito dell'Ats per maggiori informazioni e per scaricare la modulistica necessaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, via Cecilio: la rivoluzione parte dalla nuova Coop

  • Ragazzino molestato in centro Como si rifugia in un bar: la polizia ferma un uomo

  • Dieci gite in giornata a partire da Como: una mini-guida per non restare a corto di idee

  • Cosa fare in settimana a Como: 7 appuntamenti per 7 giorni

  • Como: lui la picchia e la prende a cinghiate, lei si chiude in bagno e chiama i soccorsi

  • Evasione e frode fiscale nei rally: tre società nei guai per 12 milioni di euro di false fatture

Torna su
QuiComo è in caricamento