Lipomo, i sindacati accusano: infermiere usate come donne delle pulizie

Succede nella casa di riposo Villa Fulvia, situazione già denunciata nei mesi scorsi

Operatrici impiegate come donne delle pulizie: la denuncia dei sindacati

Operatori che oltre ad assistere e curare gli anziani, devono anche occuparsi delle pulizie.

E' quanto denunciano i sindacati CGIL e UIL di Como a proposito della Casa di Riposo Villa Fulvia di Lipomo, splendida villa sulla collina di Lora e di proprietà dell'Istituto Figlie Santa Maria della Divina Provvidenza (struttura Guanelliana per intenderci).

Le figure in questione sono quelle comunemente definite OSS (operatore socio sanitario) e ASA (ausiliario socio assistenziale).

Secondo quanto riportato dai sindacati in una nota, "la Residenza da parecchio tempo affida le pulizie generali ai lavoratori ASA/OSS che sono destinati invece alla cura e all'assistenza dell'ospite, con regolare diploma conseguito di livello Regionale.
Tale situazione, evidenziata dalle organizzazioni sindacali, più e più volte, è a tutt'oggi ignorata dalla struttura".

La situazione era arrivata a un punto per cui i sindacati, dietro richiesta specifica dei dipendenti, hanno dichiarato lo stato di agitazione del personale con relativa richiesta di raffreddamento del conflitto al Prefetto.

L'incontro si è svolto a fine luglio e i vertici della Casa di riposo hanno eliminato dalle mansioni assistenziali la pulizia dei corridoi e delle vetrate.

Lunedì 9 ottobre si è svolta una nuova assemblea sindacale che ha evidenziato come la situazione attualmente sia rimasta pressochè invariata.

Secondo le operatrici il tempo impiegato nelle pulizie generali viene sottratto all’assistenza di base: assistenza che prevede compiti come la cura e pulizia degli ausili personali e la sanificazione degli ambienti e degli oggetti usati dagli ospiti, come comodini, letto, armadio protesi varie.  

Secondo i sindacati in gioco ci sono i diritti delle lavoratrici di svolgere le mansioni per le quali sono state assunte e degli ospiti a ricevere un'assistenza adeguata.  

La richiesta all'istituto è di assumere personale dedicato alle pulizie. 

In caso di mancate risposte, i sindacati annunciano nuove battaglie. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, continuano a salire i contagi: in Lombardia sono 212

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, tre famiglie isolate nel comasco: misura precauzionale

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento