Università dell'Insubria: firmato storico accordo con la Statale di Samarcanda

Programmi per far viaggiare gli studenti fra i due atenei e difesa del patrimonio culturale

I firmatari dell'accordo fra le due università con il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana

Il professor Giorgio Zamperetti si è unito alla delegazione lombarda durante la missione in Cina e Uzbekistan con il governatore Attilio Fontana e gli altri atenei della Lombardia, come delegato del rettore all'internazionalizzazione. In questo contesto, è stato sottoscritto a Samarcanda un importante accordo di collaborazione tra l’Università dell’Insubria e l’Università Statale della popolosa città uzbeka. Un’intesa che prevede scambi di professori e ricercatori per seminari, cicli di lezioni e attività’ di ricerca, ma anche la mobilità degli studenti fra i due atenei. Ma anche la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale, di cui Samarcanda, Como e Varese sono ricche.

Samarcanda, città patrimonio dell’UNESCO nel 2001, ha una storia di 2.700 anni, come punto nevralgico della Via della seta, che collegava Oriente e Occidente. In più il capoluogo conserva importanti vestigia dell’epoca di Tamerlano, grazie alle quali è oggi una delle prime mete turistiche dell’Asia centrale.

Alla firma hanno presenziato, oltre al presidente della Regione Attilio Fontana, l’ambasciatore italiano in Uzbekistan Andrea Bertozzi e l’ambasciatore uzbeko a Roma Otabek Akbarov. “La Lombardia - ha dichiarato Fontana - non ha solo un primato economico: con le sue 14 università si attesta come uno dei primi motori culturali del Paese. Con questo importante accordo l’Università dell’Insubria testimonia la sua vocazione di ateneo per il territorio e oltre il territorio, pronta a raccogliere sfide interessanti che rafforzano il sistema delle università lombarde e la loro rete internazionale di saperi e conoscenze”.

“Sono lieto di aggiungere un nuovo tassello - ha dichiarato il prof. Zamperetti - al processo di internazionalizzazione dell’Università dell’Insubria, che ha visto nell’ultimo anno 23 nuovi accordi con prestigiosi atenei stranieri. Nell’immaginario collettivo Samarcanda evoca subito cultura e bellezza, e molto possiamo aspettarci da questo nuovo legame che da Como, città della seta, si spinge attraverso Varese su quella via che ha segnato la storia degli scambi culturali e commerciali tra Europa e Asia.

“L’Uzbekistan - ha concluso l’ambasciatore Bertozzi - ha tra le sue priorità’ raggiungere elevati standard del proprio sistema di formazione e di ricerca. In tale settore l’Italia ha svolto in questo Paese un ruolo pionieristico, con collaborazioni strutturate e di successo da ormai 10 anni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Università: in Italia nei prossimi anni mancheranno ingegneri, architetti, scienziati e statistici

  • Università dell'Insubria: firmato storico accordo con la Statale di Samarcanda

  • Iscrizioni scuola dell’infanzia 2020/21: date e domanda

  • Le migliori app per studiare

Torna su
QuiComo è in caricamento