Lunedì, 15 Luglio 2024
Università

Nuova collaborazione internazionale: firmato l'accordo tra le Università dell’Insubria e del Nevada

Ecco cosa prevede la collaborazione tra i due atenei

È stato firmato venerdì 5 luglio a Como, nel chiostro di Sant'Abbondio, un importante accordo di collaborazione tra l’Università dell’Insubria e l’Università del Nevada, Reno (Unr), un ateneo pubblico statunitense fondato nel 1874.

Il patto tra le due istituzioni è stato sottoscritto dal professor Giorgio Maria Zamperetti, delegato del rettore all'Internazionalizzazione e dal presidente di Unr Brian Sandoval, nonché controfirmato dai professori Alessandro Michetti e Sundeep Chandra, promotori dell’iniziativa. Testimone d’onore della cerimonia il sindaco di Como Alessandro Rapinese, accompagnato dall’assessore all’università Chiara Bodero Maccabeo. 

Il sindaco di Como Alessandro Rapinese ha dichiarato quanto segue: "La collaborazione con la nostra Università è sempre più stretta e proficua. Questa nuova partnership di Insubria è motivo di vanto ed orgoglio per tutta la comunità comasca".

"Sono molto contento di questo nuovo approdo internazionale - ha concluso il professor Zamperetti -. L'Università dell'Insubria e l'Università del Nevada condividono una visione comune: promuovere l’eccellenza nell'istruzione e nella ricerca, favorendo l'internazionalizzazione e lo scambio culturale. Questa alleanza ci permetterà di sviluppare progetti comuni, programmi di scambio per studenti e docenti e di collaborare in aree di ricerca di reciproco interesse. Desidero ringraziare tutte le persone che hanno lavorato con impegno e dedizione per rendere possibile questo accordo". 

L'interesse della città di Como, famosa in tutto il mondo per il suo lago, è evidente poiché l'Università del Nevada ha un campus a Lake Tahoe, il più grande lago alpino del Nord America: il primo ambito di sviluppo dell'accordo, promosso dai due docenti coinvolti, riguarda infatti la limnologia, la scienza che studia i laghi.

L’accordo prevede inizialmente lo scambio di due studenti all’anno, con il riconoscimento delle attività formative svolte nell’istituzione partner. È stato anche richiesto un contributo alla Ue per sostenere la mobilità.

Considerate le caratteristiche dell'Università del Nevada, che offre ai suoi 20.000 studenti circa 500 corsi di laurea di primo e secondo livello e che conta circa 1070 docenti e ricercatori suddivisi in 40 dipartimenti, l'intenzione comune è di sviluppare l'accordo in molteplici direzioni. Alla cerimonia sono intervenuti diversi direttori di dipartimento e responsabili di corsi di laurea dell'Insubria, interessati a sviluppare filoni di collaborazione con Unr. Tra loro le professoresse Luigina Guasti, Nicoletta Sabadini, Chiara Perini e Roberta Minazzi, che hanno scambiato i contatti con la delegazione statunitense per i futuri progetti.

Nel pomeriggio la delegazione è stata accolta nel Dipartimento di Scienza e alta tecnologia per una visita alle strutture e per due seminari sui temi «International Collaborative Work on Lakes» e «Collaborations in Hydrochemistry».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova collaborazione internazionale: firmato l'accordo tra le Università dell’Insubria e del Nevada
QuiComo è in caricamento