Terra chiama ISS: gli studenti del Magistri di Lomazzo "al telefono" con Astro Luca

A 400 Km dal nostro pianeta, l'astronauta italiano ha parlato per 10 minuti con i ragazzi

ISS, la Stazione Spaziale Internazionale in orbita terrestre

A 400 km dalla Terra, una stazione spaziale internazionale – ISS - si muove alla velocità di 27mila km all'ora. Eppure il suo comandante, l'italiano Luca Parmitano, ormai famoso come Astro Luca, parla serenamente con uno studente della scuola Itis Magistri Cumacini di Lomazzo. Questo contatto è l'eccezionale frutto del progetto Aris School Contact, messo in campo dalla scuola grazie alla disponibilità dei radioamatori della Ari di Erba e Lomazzo. A bordo dell’ISS, c'è una stazione radio installata nella zona russa che ha potuto collegarsi con un’antenna mobile nella scuola di Lazzago, capace di captare le frequenze del mezzo spaziale. Quindi alle 12:24, proprio mentre la stazione internazionale sorvolava l’Italia, il famoso astronauta e gli studenti della scuola hanno potuto parlarsi, rispettando un rigido alternarsi temporale di botta e risposta, necessario per rendere possibile il funzionamento della stazione radio russa. Il dialogo ha previsto anche l'intervento dei ragazzi dell'Istituto Ciampini-Boccardo di Novi ligure.

Insolito, oltre alla notizia in sé, è stato vedere quali siano state le curiosità dei ragazzi riguardo alla vita di Astro Luca sulla stazione spaziale, non soltanto appunto la richiesta di informazione sulla professione di astronauta in sé, ma anche domande molto più pratiche sulla vita nello spazio, dallo smaltimento dei rifiuti, ai generatori elettrici fino a un argomento assolutamente scottante per l'adolescenza, cioè la possibilità sulla ISS di accesso internet.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Premio letterario della Guardia di Finanza per gli studenti di Como

  • Open day all'Insubria: giornate di orientamento e test per verificare le proprie capacità

  • Erasmus Day 2020 a Como: l'evento per gli studenti che sognano di partire

  • Come diventare tecnico radiologo

  • Come diventare istruttore di nuoto

Torna su
QuiComo è in caricamento