rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Scuola Como Centro / Via Tolomeo Gallio

Il Gallio è la prima scuola di Como mappata con la Comunicazione Aumentativa

Ecco come funziona

Quanto si arriva in un luogo per la prima volta si cerca subito di orientarsi. Se si può, si chiede a qualcuno, ma è ancora più semplice seguire delle indicazioni, dei cartelli. Le indicazioni diventano indispensabili per orientare una persona che ha un’urgenza, si deve recare in un ospedale ad esempio, in un ufficio pubblico o privato, per una pratica o un documento e, perché no, anche a scuola. Proprio per facilitare l’accesso ai suoi grandi spazi, il Collegio Gallio di Como verrà presto mappato con cartelli CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa) e scritte bilingue italiano e inglese. Per la città di Como si tratta del primo esperimento, mentre in provincia sono oltre trenta gli istituti che hanno già posizionato cartelli in Comunicazione Aumentativa Alternativa. Il Gallio sarà inoltre la prima scuola che raccoglie più ordini, dall’infanzia alle secondarie di secondo grado.

gallio ca

La CAA è entrata nello storico collegio da qualche tempo, per garantire ai più piccoli una modalità alternativa di comunicazione che aiuta chi è escluso da quella verbale e orale, per problemi che possono essere causati da patologie o deficit cognitivi. I cartelli, con indicazioni scritte in italiano e inglese, forniranno inoltre un aiuto concreto ai tanti stranieri che portano i figli a scuola e possono avere difficoltà con l’italiano. Migliorare le informazioni e l’indipendenza delle persone sono nuovi messaggi di attenzione, accoglienza e inclusione rivolti a tutti.

Come nella consuetudine la mappatura con cartelli in CAA al Gallio sarà un progetto realizzato ad hoc e cucito sulle esigenze della scuola. Partner dell’iniziativa è ancora l’associazione Diversamente Genitori, che ha messo a disposizione la propria competenza per realizzare i pittogrammi presenti nelle tavole. Un intervento che si colloca nel progetto “Il Sogno di Zeno” finanziato soprattutto attraverso l’iniziativa “Dolce Raro”. Avviato per la prima volta nel 2021 "Un dolce raro per i bambini fragili" viene promosso in occasione della Giornata delle malattie rare. Le pasticcerie e i panifici aderenti all'iniziativa mettono in vendita un "dolce raro" creato per l'occasione, il ricavato è donato alle associazioni “Silvia” e “Diversamente Genitori” per sostenere, appunto, "Il sogno di Zeno". L'obiettivo del sogno è promuovere un più capillare utilizzo della comunicazione aumentativa alternativa (CAA) nelle scuole comasche a vantaggio degli studenti con bisogni comunicativi complessi. I bimbi della Primavera del Gallio hanno fatto merenda con il “dolce raro” in una pasticceria del centro nelle scorse settimane.

gallio ca 2

Già per l’incontro sulla CAA organizzato lo scorso maggio, Diversamente Genitori aveva realizzato nell’auditorium del Gallio i cartelli per indicare gli accessi e definire i relatori. La Comunicazione Aumentativa Alternativa oltre a superare la barriera linguistica rappresenta una strada per rendere la cultura ancora più accessibile. Nelle biblioteche si possono infatti trovare già diversi libri in CAA. I simboli sono utili anche in classe a supporto di cartellonistica, segnaletica, orari, materiali educativi e testi scolastici, rendendo tutto più facile per i bambini e le bambine.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Gallio è la prima scuola di Como mappata con la Comunicazione Aumentativa

QuiComo è in caricamento