Como: 400mila euro di fondi governativi per mettere a norma le scuole contro il covid

Ecco l'elenco degli istituti che beneficeranno degli interventi

Il distanziamento fra i banchi e l'eliminazione delle "classi pollaio" fra le priorità del provvedimento

La ripartenza delle scuole a settembre, con l’emergenza covid ancora in atto, ha imposto a tutte le amministrazioni comunali lombarde un grosso sforzo economico per rendere gli edifici sicuri e a norma. In un Paese in cui l’edilizia scolastica è da sempre carente, l’intervento è particolarmente complesso e dispendioso. A Como in particolare la Giunta ha approvato una serie di interventi di adeguamento degli edifici alle misure per il contenimento del rischio da Covid-19 che costeranno 400mila euro. Il finanziamento arriva da fondi governativi destinati alle scuole, per i quali il Comune ha presentato la candidatura ed è risultato beneficiario. Gli interventi riguardano diversi edifici scolastici della città e diversi livelli di istruzione: infanzia, primaria, secondaria di primo grado.
Per la maggioranza degli edifici scolastici i lavori da eseguire sono di edilizia e impiantistica ordinaria. L’obiettivo è quello di adeguare e adattare gli spazi e le aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19, in base alle richieste pervenute dai dirigenti scolastici.

“È stato fatto un grande lavoro in rete tra me, gli assessorati coinvolti, gli uffici comunali e le dirigenti scolastiche - spiega il sindaco Mario Landriscina - per decidere in merito sia agli interventi di adeguamento degli spazi, sia al miglioramento della gestione delle mense, sempre tenendo conto della necessità di distanziamento”.

“È iniziata l’interlocuzione con le direttrici scolastiche - spiega l’assessore alle Politiche educative Alessandra Bonduri - le cui esigenze sono state ascoltate singolarmente. Vogliamo tutti arrivare a settembre preparati, specialmente in relazione all’utilizzo degli spazi, al fine che docenti e bambini siano tutelati al meglio da un punto di vista sanitario, ma non per questo sconvolgendo la socialità e la didattica».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco le scuole che beneficeranno degli interventi

Scuole dell’infanzia

  • Scuola dell’infanzia via Briantea
  • Scuola dell’infanzia di via Zezio
  • Scuola dell’infanzia di via Brambilla
  • Scuola dell’infanzia di via Varesina
  • Scuola dell’infanzia di Lora
  • Scuola dell’infanzia di via Mirabello
  • Scuola dell’infanzia di piazzale Giotto 
  • Scuola dell’infanzia di Ponte Chiasso

Scuole primarie

  • Scuola primaria di Lora 
  • Scuola primaria A. Vacchi 
  • Scuola primaria di via Perti 
  • Scuola primaria di viale Sinigaglia 
  • Scuola primaria Picchi di via Acquanera
  • Scuola primaria di via Cuzzi/Durini

Scuole secondarie di primo grado

  • Scuola secondaria di primo grado di Lora

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Malpensa Fiere 368 candidati al test per accedere alle scuole di specializzazione dell’area medica

  • L’Accademia Galli e Yamamay insieme per celebrare l’opera di Beppe Spadacini

  • Formazione per il tessile con la Fondazione Setificio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento