Cosa fare questo weekend a Como

Orticolario, Miniartextil, Gastrolario, COnTatto e tutte le mostre

Villa Erba a Cernobbio

Orticolario vuole incantare, stupire, sorprendere, vuole essere un raffinato intreccio di suggestioni e meraviglia. Tra le novità salienti, l'arte al centro dell'evento, non solo in senso metaforico. il titolo "Si salvia chi può!", il tema il "Gioco", la pianta protagonista la Salvia. Ospite d'onore sarà Roy Lancaster, vicepresidente dell'inglese RHS, Royal Horticultural Society, noto giornalista e scrittore, che riceverà il premio “Per un giardinaggio Evoluto 2018”. Per il suo decimo anniversario, L'evento è atteso da venerdì 5 a domenica 7 ottobre nel parco storico di Villa Erba a Cernobbio (CO), villa ottocentesca affacciata sulle sponde del lago di Como, già dimora del regista Luchino Visconti. L'essenza di Orticolario, oggi, è più chiara che mai, ben visibile in tutti i suoi dettagli, è la trama di una storia costruita intorno alla natura: il giardinaggio, la botanica, il paesaggio, l'arte e il design sono tutti elementi che contribuiscono a solleticare una certa sensibilità, a creare un'idea evoluta di giardino, che può essere fuori e dentro le mura di casa, senza confini concettuali.

Prosegue in città anche Miniartextil, la principale rassegna di fiber art contemporanea, fino al 18 novembre 2018 a Como all'ex Chiesa di San Francesco, e torna il suo cuore espositivo, le opere di piccolo formato realizzate con tecniche o materiali tessili che tanto hanno contribuito a portare il nome della mostra e di Como nel mondo.. Sarà forse il filo roteante che crea una figura astratta, ma soprattutto scintillante di Soo Sunny Park, nell’abside di San Francesco con la sua UNWOVEN LIGHT a imprimere nuova luce nel nostro modo di vedere gli uomini? Perché tutto in questa opera si costruisce, dilata, amplifica grazie alla torsione del filo di metallo e alla luce, naturale o artificiale. O sarà forse la grande Maria Lai con il suo ROSSO E NERO, due colori che non lasciano campo a indugi. La Lai, che ci onoriamo di avere già ospitato nel 2004 e nel 2015, dopo l’ultima Biennale Arte di Venezia 2017, solca oggi le sale dei più importanti musei del mondo e, a febbraio 2019, sarà alla prestigiosa Boesky Gallery di New York. Letta così sembra una delle tante gallerie radical chic di NY, in realtà è il serbatoio di opere, idee e artisti del MoMA.

La rock band comasca suonerà il 5 ottobre alle 20,30 allo Spazio Gloria di Como per promuovere laboratori di educazione alla giustizia per studenti, insegnanti e genitori nelle scuole della provincia di Como. Venerdì sera i 7grani saranno in concerto al Gloria per raccogliere fondi per l’iniziativa “Scuola, laboratorio di giustizia” promossa e organizzata da Progetto COnTatto con il patrocinio del Comune di Como.

Per tutto il mese di ottobre, Gastrolario è la rassegna annuale dei piatti e dei prodotti tipici della provincia di Como nata per promuovere la nostra cucina, valorizzando l’estro artistico dei nostri chef. Per tutto il mese di ottobre 58 ristoranti presentano, all’interno delle loro proposte gastronomiche, un menù Gastrolario pensato appositamente per la rassegna e realizzato con prodotti, ricette e piatti tipici della tradizione locale, in forma classica o completamente reinterpretata dagli chef. La rassegna prevede tre differenti sezioni, corrispondenti alle tre diverse aree gastronomiche lariane (collinare, lacustre, montana).

Le altre mostre

Da sabato 6 ottobre – inaugurazione alle ore 16.30 -  a domenica 28 ottobre “Cinque scultori comacini raccontano” la loro esperienza scultorea ed espongono nell’ex chiesa di San Pietro in Atrio in via Odescalchi a  Como.  Opere  in parte realizzate con i materiali lapidei del lago di Como,  in dialogo con pietre e marmi provenienti da altre regioni. Gli scultori sono: Bruno Luzzani, Vito Valentino Cimarosti, Massimo Clerici, Fabio Ceschina, Alcide Gallani. 

Attraverso un'eccezionale selezione di opere, il Museo d’arte della Svizzera italiana ripercorrerà fino al 6 gennaio 2019  tutta la carriera di René Magritte: dagli esordi fino ai più celebri dipinti della maturità. Sarà così possibile comprendere l’origine e le fonti di ispirazione dell’opera di un pittore che come pochi altri suggestionò il pubblico.  Il filo conduttore della mostra è rappresentato dalla conferenza che Magritte tenne il  20 novembre 1938 al Musée Royal des Beaux-Arts d'Anversa. Intitolata La Ligne de vie, la conferenza rappresentò una delle rare occasioni in cui l’artista si espresse in pubblico sul proprio lavoro. Nell’arco di un’ora, attraverso una ventina di immagini, Magritte rese omaggio ad André Breton e ai surrealisti belgi, ma soprattutto delineò la genesi della sua arte e illustrò i principi che gli avevano permesso di trasformare oggetti quotidiani in qualcosa di sconvolgente.

Fino al 6 ottobre a "Segreta Isola" all'Isola Comacina, in Tremezziza, saranno esposte le opere degli artisti: Bedont Germana, Bellanca Fabrizio, Beulke Claudia, D'Alfonso Franca, Frigerio Rita, Lentini Giovanna, Lanzini Rita, Lombardo Loredana, Meneghello M. Elisabetta, Merga Silvia, Padovese Giovanni, Primatesta Anna, Quairoli Maria, Ratti Pierluigi, Rupcich Marcella, Seelin Peter, Tajana Clemente, Teslenko Natalya. Opere fuori concorso degli artisti componenti la giuria: Attilio Terragni, Fabrizio Musa, Marcello Morandini, Marco Vido, Nicola Salvatore, Doriam Battaglia.​

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, consulente immobiliare scomparso: Ricardo trovato senza vita

  • Lutto nella polizia penitenziaria: si toglie la vita un assistente capo di Como

  • Mascherine gratuite in Lombardia, a Como 178mila

  • Lomazzo, ragazza di 28 anni tenta il suicidio buttandosi dal secondo piano

  • Violenza sul bus da Como a Cantù: aggrediscono una donna e prendono a bottigliate un uomo

  • La Finanza multa due ragazzi che pescano ad Argegno e un uomo che dà da mangiare alle anatre a Como

Torna su
QuiComo è in caricamento