rotate-mobile
Cosa fare

5 appuntamenti da non perdere nel secondo weekend di giugno a Como

Libri, mostre, cinema e molto altro per un intenso fine settimana di primavera in città e dintorni

Sedondo weekend di giugno con il meteo che sembra (il condizionale è d'obbligo) promettere un po' di sole almeno sino a sabato. Ecco quindi i nostri suggerimenti, oltre alle escursioni, per questo fine settimana di fine primavera. Una guida con tutti gli eventi più importanti in città e dintorni sino a domenica.

1 . Materia di Guerra

vido materia di guerra

Venerdì 7 giugno, alle 18,  allo spazio di Ex-Tintostamperia a Como inaugura l'incontro collettivo di artisti le cui sensibilità si sono riunite generando una mostra. Un evento scaturito dalla necessità di confrontarsi e attivare una riflessione circa il momento storico che vede tristemente il moltiplicarsi di conflitti, guerre ed embarghi, aumentato del 40% dal 2020 secondo i dati del ACLED - Armed Conflict Location and Event Data Project. Oltre a Gaza in Palestina e alla situazione in Ucraina, i conflitti raggiungono particolare violenza anche in territori meno citati dai mass media, ma la cui condizione è altrettanto preoccupante: Myanmar, Siria, Messico, Nigeria, Sudan per citarne alcuni. Gli aspetti complessi determinati dai conflitti interessano la comunicazione, che spesso risulta condizionata ed oscurata nella cronaca. Continua

2 . Parolario

piazza perretta foto ceruti

L’Associazione culturale Parolario dedica al tema della FOLLIA il Festival letterario Parolario 2024, giunto alla XXIV edizione. Fino a domenica 9 giugno a Como in piazza Perretta e da venerdì 14 a lunedì 17 giugno a Cernobbio, la FOLLIA sarà dunque oggetto di presentazioni librarie, incontri, dibattiti, visite che ne approfondiranno gli aspetti medico-psichiatrici, psicoanalitici, sociali e, soprattutto, i risvolti letterari, poetici, filosofici, artistici, tecnologici. Fin dai tempi di Aristotele, infatti, si dice che genio e follia abbiano molto in comune, o che addirittura si confondano. Dopotutto, cos’è il processo creativo, se non il frutto di una deviazione assolutamente personale dai canoni di pensiero, dalle consuetudini di interpretazione della realtà, dai paradigmi di azione? Certo è che, anche in questa edizione, Parolario rimarrà fedele alla sua missione: promuovere il libro e la lettura, divulgare informazioni e opinioni, raccontare storie, fornire spunti di riflessione, il tutto all’insegna del piacere di incontrarsi e di intrattenere con intelligenza. Continua 

3 . Dignitas

mostra spallino

Partendo dal sapiente restauro del ritratto di Angelina Giobbi (1893-1989) ad opera dell'Accademia Aldo Galli, lo studio Spallino ospita domenica 9 giugno una mostra fotografica dedicata al tema della dignità nella ritrattistica femminile, attraverso immagini distanti per stagioni e contesti ma accomunate dalla straordinaria dignità dei soggetti rappresentati. Opere di Pedro Antonio Martinez Exposito, Gin Angri, Rachel Bujalski, Carlo Pozzoni, Carolina Rapezzi, Diego Ibarra Sanchez, Mattia Vacca. Continua

4. Cinema al Grumello

cinema grumello

“Cultura Grumello 2024” si arricchisce di una nuova rassegna: “Villa del Grumello. Cinema”, tre domeniche dedicate alla settima arte esplorando, attraverso lo schermo, il tema del Limite inteso come attraversamento, contaminazione/ricomposizione e tensione tra opposti: tra visibile e invisibile, tra un dentro e un fuori, tra appartenenza ed esclusione, tra aperture e chiusure, tra protezione e minaccia, tra omologazione e ribellione. A giugno, per tre domeniche consecutive (9, 16 e 23) l’incantevole giardino del cedro della Villa si apre alla città e si trasforma in un’arena estiva affacciata sul lago con proiezioni serali di selezionati cortometraggi e lungometraggi provenienti dal circuito festivaliero mondiale, con la curatela di Massimiliano Fierro. La rassegna si completa, inoltre, con laboratori per i più piccoli al mattino e per adulti nel pomeriggio, con tanto di aperitivo da gustare assieme alla proiezione dei cortometraggi, dalle 19,30. Continua 

5 . Voci dal Paesaggio Nordico

Britta-Marakatt-Labba_RM_Arsenale_07-_5209

La Pinacoteca Civica di Como presenta nelle sue sale al primo piano, fino al 13 ottobre 2024, la mostra con la curatela degli architetti Davide Adamo e Marina Botta. Al centro della ricerca dei due artisti contemporanei - tra i più rinomati nell’arte scandinava - c’è l’osservazione e la rappresentazione di una regione del Nord Europa, ancora in gran parte allo stato naturale, l'attenzione per il valore e la fragilità del paesaggio, il clima e l’identità dei luoghi, con la loro storia, cultura, mitologia e tradizioni. La loro visione artistica è un racconto che non si limita ad una contemplazione estetica, ma coinvolge in un’esperienza più profonda, cognitiva e sensoriale. Continua

Tutti gli altri appuntamenti

Tutte le gite sul Lario

Tutti i mercatini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

5 appuntamenti da non perdere nel secondo weekend di giugno a Como

QuiComo è in caricamento