rotate-mobile
WeekEnd

Le 10 migliori idee per il weekend: cosa fare al lago di Como

Gite ed escursioni panoramiche sui monti lariani  

E finalmento arriva il weekend che ci consegna la primavera. Anche se nell'immaginario collettivo la primavera farà il suo ingresso il giorno 21, ormai da tempo non è più così. Questo fenomeno astronomico sarà sempre il 20 marzo fino al 2102. E visto che il meteo prevede ancora sole nella giornate di sabato e domenica, seppure con qualche velatura, ecco allora qualche suggerimento tra le innumerevoli gite che si possono fare sul lago di Como. Qualche meta per trascorrere il fine settimana all'aria aperta alla scoperta delle tante bellezze del nostro magico Lario. Facendo però ancora attenzione alla chiusura della Statale Regina che impone percorsi alternativi per chi volesse raggiungere la Tremezzina da Como. 

1 . Castel Baradello

Il Castel Baradello-2-2-2

La salita al Baradello è una delle passeggiate più amate dai comaschi e dai turisti perché ricca di storia, di fascino e perché adatta a tutte le età, l’escursione al Castello Baradello è un must per chi visita Como. Impossibile non notare la sua torre, luogo in cui l’imperatore Federico Barbarossa scrisse accesi momenti storici. Il Castello è nato su precedenti fortificazioni ed è situato in una posizione strategica e spettacolare. Da secoli domina dall'alto la Città di Como e il primo bacino del Lago. Dalla cima della sua alta torre la vista è mozzafiato e le sue mura sono state testimoni di tutte le più importanti vicende storiche del Nord Italia. E oggi, finite le diatribe e le lotte, resta l’immensità del verde del Parco Regionale Spina Verde. Continua.

2 . Lago di Como in bici

mtb lago di como 5-2

Abbiamo provato a mettere insieme i 5 percorsi più interessanti anche grazie a Como Bike Experience e a un grande esperto di questo sport come Michele Bollini, autore delle foto di questo articolo, che dice: "Questi sono i più belli ma anche i più tecnici, sono quelli che maggiormente prediligo anche se non sono per tutti. Ci vuole comunque una buona tecnica di base e anche un buon allenamento sia che li affronti in Mtb che in e-mtb (pedalata assistita). Su tutti questi percorsi il panorama e le viste su lago e montagna è assicurato, alcune volte è anche mozzafiato. Sono impegnativi ma anche molto gratificanti . Il mio preferito è la Dorsale dei Monti Lariani. Lo faccio spesso, da Brunate a Bellagio attraverso il Bollettone, il Palanzone, la Colma di Sormano e il San Primo si arriva a Bellagio. Continua

3 . Eremo San Donato

eremo san donato 1 mp-2

Uno dei luoghi più suggestivi da dove ammirare la cittòà di Como e il primo bacino del Lario. L'eremo di San Donato si raggiunge a piedi comodamente da Garzola ma anche da Como seguendo la pedonale per Brunate che parte da Como dalla via delle Scalette, la mulattiera che passando per le vie Monti e Crispi porta all’inizio della salita San Donato. A metà strada, su una roccia tra i boschi, sorge l'Eremo di San Donato, un ex convento francescano di Como, costruito nel XV secolo e successivamente convertito ad abitazione civile. La chiesa e il suo monastero sono costruiti su uno sperone di roccia in località Garzola, a 453 metri sul livello del mare, lungo il sentiero che un tempo era la principale via di comunicazione tra Brunate e Como (salendo da Como, circa a un terzo del tragitto). Era un luogo di penitenza; inizialmente una grotta naturale utilizzata dagli eremiti, probabilmente monaci benedettini, ora nota come grotta del beato Geremia. Continua

4 - Pian d'Alpe

pian dalpe 2 mp-2

La Val d'Intelvi è un luogo che non finisce di regalare magnifiche occasioni per chi desidera camminare nella natura alla ricerca di panorami mozzafiato. Nelle scorse settimane vi abbiamo portato a San Zeno, poi a Orimento e infine a Erbonne. Da questo magico borgo (foto sotto) siamo ripartiti per raggiungere Pian d'Alpe, un'altra vetta dalla quale il lago di Como si mostra da un'insolita angolatura che mette in fila l'isola Comacina, punta del Balbianello e Bellagio. Una vista meravigliosa che si manifesta dopo una facile camminata in lieve salita attraverso il sentiero indicato all'interno dell'agglomerato di Erbonne. In poco meno di un'ora si arriva a circa 1000 metri dal'altitudine, dove Pian d'Alpe offre la sua prospettiva unica sul Lario. Continua.

5 . Belvedere

belvedere-3

Un panorama assolutamente da non perdere Questa passeggiata è molto semplice, adatta tutti in tutti i periodi dell'anno. Il Belvedere, punto panoramico straordinario si trova in Valsassina, ai Piani Resinelli. Per chi parte da Como si consiglia di arrivare a Abbadia Lariana (nel lecchese) e da qui prendere il sentiero. La passerella si sporge per 12 metri oltre il profilo della montagna: i panorami sono davvero mozzafiato e lo sguardo si perde tra i laghi Briantei, il lago di Como e le Alpi. Quando ci sono giornate molto nitide si vede anche la Madonnina del Duomo di Milano. Continua

6 . Montepiatto

montepiatto valerio carletto-2

Montepiatto località montana del Comune di Torno, si trova a un’altitudine di circa 600 metri di altezza. La si raggiunge a partire da Largo degli Alpini, da dove iniziano due sentieri più o meno della stessa lunghezza (tre chilometri circa): uno, sulla sinistra, è percorribile con mezzi fuoristrada per chi è munito di permesso (rilasciato dal Comune di Torno per chi possiede un’abitazione propria o in affitto o un terreno a Montepiatto); il secondo, sulla destra, si arrampica verso la montagna con lunghe scalinate ed è percorribile soltanto a piedi. Continua

7 . Balcone d'Italia

balcone italia carletto-2

La Valle d'Intelvi resta una delle mete turistiche più interessanti del Lario anche d'inverno. I punti panorami offerti sono davvero molti. Dopo i nostri speciali sulla Bolla del Monte Crocione  e Orimento, grazie alle sempre splendide foto dal drone di Valerio Carletto, abbiamo fatto un salto sino alla cima della Sighignola, nota anche come “Balcone d’ Italia“ per la sua vista incredibile. Si tratta di una montagna delle Prealpi Luganesi, situata a Lanzo d'Intelvi, al confine con la Svizzera. Di giorno, dalla vetta è possibile ammirare svariate cime delle Alpi, tra cui il Monte Rosa e il Cervino, e le città di Lugano, Chiasso e Campione d’ Italia. Continua

8 . Erbonne

Erbonne-2

Maurizio Moro, il fotografo del Lago di Como ed esperto escursionista, amante di panorami e paesaggi mozzafiato, ci ha consigliato una camminata della durata di circa 45 minuti, adatta a tutti. Arrivare al borgo di Erbonne è facile: si raggiunge Argegno e appena dopo il curvone si svolta a sinistra per la Val d’Intelvi. Raggiunto il comune di San Fedele d’Intelvi e passata la piazza, dopo un rettilinio di circa 200 metri si gira per Casasco ed Erbonne. Arrivati a Casasco, si prosegue dritto, passando in mezzo al paese (attenzione la strada è stretta). Percorrendo sempre l’unica strada asfaltata che c’è dopo 3 chilometri e mezzo si arrivia al Pian delle Alpi dove sulla sinistra in basso c’è il rustico Cà del Moro e a destra un’area attrezzata per picnic con tavoli. Continua

9 . Rifugi del Lario

rifugio sev-2

Salire in quota, a piedi o in mountain bike, è un'esperienza che offre diverse opportunità anche in primavera. Così, insieme alle 5 migliori camminate del Lario, abbiamo scelto dieci rifugi da raggiungere in poco tempo da Como. Non occorre essere esperti scalatori: a queste mete ci possono arrovare facilmente tutti e non sono necessarie attrezzature particolari in questa stagione: occorrono solo un paio di scarponcini da montagna ma soprattutto buone gambe. Da queste vette si godono incredibili panorami. E soprattutto di luoghi mai affollati. Continua

10 . Monte dei Pizzoni

monte pizzone valsolda drone-2

Il Monte dei Pizzoni, il Valsolda, è una piramide rocciosa che si erge verticalmente sulla sponda nord del ramo del Lago di Lugano che finisce a Porlezza. La salita fino alla vetta, posta a circa 1300 metri, si svolge lungo la cresta ovest, tra le rocce calcaree dei suoi torrioni. La salita si percorre, circa tre ore di cammino attraverso un sentiero sempre molto ripido e in parte roccioso, partendo da Drano, una piccola frazione di circa 500 anime. Quello a cui si giunge, non senza fatica, è uno scenario incredibile e meravigliosamente testimoniato dagli scatti di Valerio Carletto, uno dei più attenti testimoni del nostro territorio con i suoi scatti dal drone. Continua.

Tutti i Mercatini in città

Tutti gli eventi in città

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le 10 migliori idee per il weekend: cosa fare al lago di Como

QuiComo è in caricamento