rotate-mobile
WeekEnd

5 eventi da non perdere questo fine settimana a Como e dintorni

Le mostre e le escursioni culturali: cosa fare nel weekend

Un fine settimana quella dall'1 al 3 aprile denso di appuntamenti. E allora ecco qualche suggerimento, oltre alle gite che trovate qui, tra i tanti eventi in agenda che prevedono concerti, mostre ed escursioni culturali a Como e dintorni.

1. Villa Carlotta e le Camelie

Camelie_Villa Carlotta_b-2

Villa Carlotta è anche nota per il bellissimo spettacolo che ogni anno offre il suo giardino. In occasione della fioritura delle camelie, un evento magico e imperdibile organizzato per il 2 aprile 2022. Previsto anche un appuntamento a misura di famiglia.  2 aprile 2022 — ore 10.30, 12.30, 14.30 Una meravigliosa protagonista: la camelia, uno dei tesori più straordinari del Giardino di Villa Carlotta. Oggi è uno dei fiori più diffusi nei giardini e conta moltissime varietà, ma quando giunse in Europa dal Giappone, verso la fine del ‘700, la sua bellezza allora così rara suscitò grande meraviglia. Lo spettacolo della sua fioritura, che va da febbraio fino ad aprile per le varietà tardive, regala ogni anno al giardino incantevoli sfumature di bianco, rosa e rosso. Continua.

2 . Territori

territori lago como2-2

Riparte Territori con il suo programma primaverile. "Eccoci ormai al terzo anno di eventi in epoca pandemica. Siamo Resistenti. È forse una forma di esorcismo ma ci piace giocare - afferma Massimo Lozzi, orgnizzatore della rassegna - con le parole della pandemia. Purtroppo non solo della pandemia, visti gli ultimi, drammatici, sviluppi. Se la resilienza è troppo spesso la condizione che ci costringe ad accettare i limiti e le costrizioni innaturali di un’esistenza passiva, la Resistenza è la qualità che, nonostante tutto, ci consente di rimanere vivi e vitali, non adattabili, trasformando le difficoltà in un continuo e autentico processo di rinascita, sia individuale che collettiva". Domenica 3 aprile Spina Verde Qi Gong al parco con Paolo Magatti. Continua

3 . Astratte - Villa Olmo

carla-badiali-2

Dal 19 marzo al 29 maggio 2022 le sale settecentesche di Villa Olmo a Como ospitano ASTRATTE. Donne e astrazione in Italia 1930-2000, mostra organizzata dal Comune di Como e curata da Elena Di Raddo che racconta alcune protagoniste dell’arte astratta italiana a lungo trascurate o dimenticate che, grazie all’attività critica svolta in particolare negli ultimi vent’anni, stanno tornando al centro dell’attenzione. La storia dell’arte astratta infatti, in Italia come nel resto d’Europa, è una storia sostanzialmente al maschile, scardinata per la prima volta nel 1980 dall’importante mostra L’altra metà dell’avanguardia, a cura di Lea Vergine, che per la prima volta, porta alla luce le donne dimenticate dalla storia dell’arte, tra cui anche alcune artiste parte del gruppo degli astrattisti comaschi, le stesse che sono state raccontate in occasione delle grandi mostre Elles font l’abstraction al Centre Pompidou di Parigi e Women in Abstraction al Guggenheim Museum di Bilbao. (Sotto l'arrivo delle opere a Villa Olmo. Continua

4 - Ticosa in mostra

ticosa gin angri-2

Ventidue marzo 1982: nella notte il Consiglio Comunale di Como delibera l’acquisizione dell’area ex Ticosa. Il sito della principale fabbrica tessile della città - chiusa due anni prima con un telex da Parigi - diventa la più grande area di proprietà pubblica della città di Como. 40 anni dopo è ancora in attesa di futuro. Una mostra fotografica di Gin Angri ripercorre questi 40 anni di storia cittadina. Perché senza memoria non si costruisce futuro. Perché senza mettere le persone al centro dei progetti futuri non può esserci rigenerazione urbana. La mostra nell’ambito di Gener-azioni si tiene alla Ex Tintostamperia Val Mulini sino all'11 settembre 2022. Continua.

5 . Castel Baradello

baradello-2-4

La salita al Baradello è una delle passeggiate più amate dai comaschi e dai turisti perché ricca di storia, di fascino e perché adatta a tutte le età, l’escursione al Castello Baradello è un must per chi visita Como. Impossibile non notare la sua torre, luogo in cui l’imperatore Federico Barbarossa scrisse accesi momenti storici. Il Baradello è raggiungibile con bellissime e facili camminate da più punti della città, in pochi minuti e con un po’ di moto si raggiunge un luogo che immerge naturalmente nella storia, nel verde e nell'anima del nostro territorio. Il Castello è aperto tutti i sabati e le domeniche dalle 9.30 alle 18 (tour guidati ogni ora). Su richiesta: aperture riservate in date e fasce orarie a scelta, con tour del Castello personalizzati. Continua.

Tutti gli altri appuntamenti 

Tutti i Mercatini in città

Tutte le gite al lago di Como

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

5 eventi da non perdere questo fine settimana a Como e dintorni

QuiComo è in caricamento