WeekEnd

Cosa fare questo weekend a Como

La Città dei Balocchi con il Magic Light Show e i Mercatini di Natale, Christmas Light Festival, il Natale a Cernobbio, il teatro con Albanese e Iacchetti, la musica e tutte le mostre

Piazza San Fedele a Como

Un altro weekend di dicembre intenso di appuntamenti, con gli eventi di Natale a dare luce alla città e al Lago di Como. Sono infatti davvero molti gli eventi che ci attendono anche in questi giorni da venerdì 14 fino a domenica 16 dicembre. Non solo Natale, anche musica, teatro e arte.

Aspettando Natale 

Grazie al Magic Light Festival, fiore all'occhiello della Città dei Balocchi, che veste la città di un abito luccicante, fiabesco e indimenticabile, fino al 6 gennio 2019, questo weekend senza Broletto parlante, Como viaggia nel mondo con gli scatti che quotidianamente vengono veicolati sul web attraverso i social media. Lontane dal poter essere definite come semplici luminarie di Natale, le proiezioni architetturali del Como Magic Light Festival, a cui fa da corollario il grande albero naturale di piazza Grimoldi, sono opere che si qualificano per l’alto valore scenografico e per i simboli concettuali. La città viene trasformata in una galleria en plein air e costituisce un elemento essenziale per veicolare turismo, cultura, eventi sociali nel periodo invernale, e l’effetto durante le serate è davvero incantevole. Tutto il programma degli eventi della Città dei Balocchi, che porta in città anche cento casette dei mercatini di Natale, è disponile in questo articolo.

Oltre alla novità del Lake Como Christmas Lake Light, al debutto sabato 15 dicembre, la Città dei Balocchi, come nelle ultime edizioni, si apre oltre la città di Como. Le attività principali sono previste fino al 6 gennaio in Tremezzina, a Cantù e Cernobbio. La magia del Natale, che dall’inizio del mese aleggia su Cernobbio grazie al ricco programma “Welcome To Cernobbio – Aspettando il Natale 2018, sabato 15 e domenica 16 dicembre invaderà la città per un fine settimana da favola. Eventi, spettacoli di intrattenimento, mercatini e musiche natalizie allieteranno, infatti, residenti e visitatori e animeranno un week-end da vivere con tutta la famiglia. 

Anche la città di Lugano offre la sua popolare manifestazione Natale in Piazza, organizzata dalla Divisione Eventi e Congressi. Per oltre un mese, un ricco cartellone di eventi natalizi animerà le festività di cittadini e turisti. La città si vestirà della più classica atmosfera natalizia: lo sfondo scenografico del lago, le luci e i colori natalizi avvolgeranno la città che celebra la festa più bella dell'anno con i suggestivi mercatini natalizi, animazioni per i bambini, musica, eventi, una grande festa di Capodanno con i Vad Vuc e i dj di Rete Tre, e tante altre iniziative speciali fino al 6 gennaio.

In Teatro

Che cosa hanno in comune i mille volti con i quali Antonio Albanese racconta il presente? L'umanità. La realtà diventa teatro attraverso Epifanio, L'Ottimista, il Sommelier, Cetto La Qualunque, Alex Drastico e Perego, maschere e insieme  prototipi della nostra società, visi conosciuti che si ritrovano nel vicino di casa, nell'amico del cuore, in noi stessi. Lo spettacolo Personaggi,  venerdì 14 dicembre al Teatro Sociale di Como, riunisce alcuni tra i volti creati da Antonio Albanese: dall'immigrato che non riesce a inserirsi al Nord, all'imprenditore che lavora 16 ore al giorno, dal sommelier serafico nel decantare il vino, al candidato politico  poco onesto, dal visionario Ottimista "abitante di un mondo perfetto" al tenero Epifanio e i suoi sogni internazionali.

Si avvicina l’apertura di una stagione di grandi risate al Teatro Sociale di Como. Tra pochi giorni debutterà anche la Prosa 2, gli spettacoli di prosa leggera che con ironia, humor e divertimento, non mancheranno di farci riflettere sulla società contemporanea. Domenica 16 dicembre arriva infatti in città Enzo Iacchetti con Intervista confidenziale spettacolo in  cui, con aneddoti e ironia, racconterà la sua carriera. Accompagnato dalla sua chitarra, l’intervista si trasformerà in un vero spettacolo da cabaret.“

Musica

Genovese ma adottato in età adulta da Torino, Federico Sirianni, sarà ospite dell'Officina della Musica di Como, all'interno della rassegna dedicata ai cantatuori, venerdì 14 dicembre alle 21. Il Premio Tenco, per voce diretta del mai troppo rimpianto Amilcare Rambaldi, lo ospita sul palco dell'Ariston di Sanremo come miglior esordiente del 1993, ma ci vogliono dieci anni di percorsi sghembi per l'uscita del primo disco, "Onde clandestine" (Warner, 2002).  Il santo è l’ultimo lavoro discografico: canzoni che raccontano frammenti di contemporaneità con gli occhi e l'anima di un essere umano che comincia ad avere più passato che futuro.

Quando sembrava che la fisarmonica non avrebbe mai dovuto incontrare solisti di grande spicco e fosse uno strumento con cui sarebbe stato impossibile swingare, è apparso Richard Galliano a imporre la stessa dignità riservata a tromba e sassofono che sono gli strumenti guida della musica jazz. Ispirato da sincera ammirazione per l’amico  Astor Piazzolla, inventore del “Tango Nuevo”, Richard Galliano è riuscito, grazie al suo “New Musette”, a rivitalizzare una tradizione tipicamente francese e che, si pensava non avrebbe mai incontrato innovatori. In concerto al Teatro Sociale di Como sabato 15 dicembre alle 20.30.

Sabato 15 dicembre, alle 22, gli Statuto sono attesi sullo storico palco del Live Music Club All’1&35circa. Arriva a Cantù una realtà unica nel panorama della musica italiana. Con il loro coerente stile mod, con la loro immediatezza e sfrontatezza nei testi impegnati, spesso ironici o sarcastici, aggressivi e umili. Con una musica diventata di "moda", iniziata con lo ska e che nel tempo si è fusa con il soul e il power pop, e diventata assolutamente originale. 

Borgo Vico

Sabato 15 dicembre dalle 15.00 alle 18.30 potrete immergervi nell’atmosfera di un antico Borgo Vico che, per l’occasione, aprirà le porte delle proprie botteghe e dei propri atelier a chi ne vorrà riscoprire i segreti ed il fascino. Laboratori, piccole dimostrazioni pratiche, degustazioni ed una “galleria itinerante” lungo tutta la via, per raccontare “l’arte del fare”. Un’occasione per conoscere il mondo che si cela dietro a professioni antiche attraverso i racconti dei loro protagonisti.

Villa Bernasconi

Domenica 16 dicembre riapre al pubblico – dopo alcuni lavori di restauro - il Museo di Villa Bernasconi, l’originale realtà museale ospitata nell’omonima splendida villa Liberty a Cernobbio, sul Lago di Como. Non un museo nel senso tradizionale del termine, bensì un’esperienza fatta di suggestioni e connessioni guidate dalle #vocidivilla: un percorso innovativo e interattivo tra contenuti multimediali, oggetti e documenti storici in prestito da collezioni museali e private, ma anche attraverso esperienze multisensoriali.

Le mostre 

Lo scorso 9 dicembre Giuliano Collina ha compiuto ottant’anni. La Società Palchettisti del Teatro Sociale di Como festeggerà questo evento con una mostra nelle sale del Ridotto del Teatro in cui saranno esposti alcuni dipinti che appartengono al più recente ciclo creativo dell’artista lariano. Realizzate nel 2018, Le ombre sono dipinti caratterizzati da «qualcosa di limaccioso, una materia pittorica ricercatamente impura, una densità nebbiosa che imprigiona la luce», come scrive Roberto Borghi. In occasione di questa personale, Collina ha dipinto appositamente per la Sala dello Zodiaco, uno degli ambienti più suggestivi del Ridotto, un vasto polittico intitolato Moltitudine: la platea.  La mostra di Giuliano Collina – organizzata dalla Società Palchettisti del Teatro Sociale di Como con il patrocinio e il contributo del Comune di Como in occasione degli ottant’anni dell’artista – potrà essere visitata a ingresso libero fino al 21 dicembre con orari di apertura dalle 16.00 alle 18.30.

La Fondazione Antonio Ratti inaugura venerdì 14 dicembre alle ore 18 presso le sale espositive di Villa Sucota, Bizarre, novità e stravaganze nelle sete europee del XVIII a cura di Maddalena Terragni in collaborazione con Gregorio Magnani. La mostra, in corso dal 15 dicembre 2018 al 31 marzo 2019, presenta un dialogo inedito tra una selezione di tessuti “bizarres”, provenienti dalle collezioni FAR e TGL, e l’opera dell’artista Stefano Arienti. Bizarre, novità e stravaganze nelle sete europee del XVIII mostra, in una prospettiva contemporanea e trasversale, un fenomeno della storia del tessuto occidentale. 

Una mostra fotografica che racconta l’Italia attraverso le impronte, le immagini e i sopralluoghi della Polizia Scientifica.
E' quella in programma allo Spazio Ratti di Largo Spallino 1 a Como (la ex Chiesa di San Francesco) fino al 9 dicembre 2018.
Si intitola "Frammenti di Storia" e racconta alcuni dei momenti salienti che hanno caratterizzato il lavoro di chi, da sempre, è in prima linea per mettere in campo le tecnologie più avanzate al servizio dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Prosegue a Como Trace It, la nuova edizione di comON, l’exhibition con i progetti dei ragazzi delle Università e delle scuole di stile. L’artista Mimmo Totaro - Miniartextil firma uno speciale allestimento all’Ex Chiesa di San Pietro in Atrio.  L’exhibition resterà aperta fino al 16 dicembre 2018 (da martedì a venerdì: dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18; sabato e domenica: dalle ore 10 alle ore 19; lunedì chiuso. Ingresso libero).

Aperta a Como l’exhibition comON 2018, The New Eco: Trace It con i progetti dei ragazzi delle Università e delle scuole di stile. L’artista Mimmo Totaro - Miniartextil firma uno speciale allestimento all’Ex Chiesa di San Pietro in Atrio. L’inaugurazione della mostra, che vedrà la presenza dei giovani studenti che hanno realizzato le opere e dell’artista, avverrà alle ore 18.30 dello stesso giorno. L’exhibition resterà aperta fino al 16 dicembre 2018. 

Prima esposizione della mostra La storia della nostra vita, in Biblioteca a Como, Il dono di Diotima. Il carteggio privato di Amelia Della Pergola. A cura di Chiara Milani, fino al 10 marzo 2019. Presentazione dell’archivio mediante una panoramica dei documenti (lettere, fotografie, disegni, prime bozze, articoli,) che integrano la biografia di Amelia e Massimo Bontempelli, il loro sodalizio artistico e il ruolo di Amelia: da moglie di intellettuale al fronte nella Grande Guerra a curatrice della sua produzione in quegli anni, fino all’autonomo percorso professionale dopo la separazione con Massimo e al suo grande sforzo archivistico.

La mostra di Manlio Rho intitolata Il senso del colore, prosegue al Museo della Seta di Como, fino al 31 marzo 2019. L'esposizione curata da Luigi Cavadini e Francina Chiara esplora le pratiche dell’artista in ambito tessile, dove egli ha esercitato le sue molteplici competenze nella veste di disegnatore e di esperto di colore, nell'insegnamento alla scuola Setificio di Como e nella consulenza a numerose aziende del settore.  Attraverso materiali databili tra gli anni Trenta e gli anni Cinquanta del Novecento, la mostra mira a ricostruirne il percorso da cui si palesa come l’attività di Rho sveli le importanti influenze reciproche tra le diverse arti: geometria e astrazione che caratterizzano le sue opere pittoriche possono essere infatti meglio comprese alla luce del continuo confronto con la pratica della costruzione di un pattern tessile e grazie alla composizione di forme e colori che ne costituiscono l’essenza.

Fino al 6 gennio 2019 presso la Tenuta dell'Annunziata di Uggiate Trevano, si svolge Presenze Ingombranti. In questa mostra saranno esposti gli scatti che quattro fotografi hanno dedicato alle sculture pubbliche della città di Como, e alcune proposte di sculture monumentali per il capoluogo lariano formulate da quattro tra studi architettonici e architetti artisti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa fare questo weekend a Como

QuiComo è in caricamento