Ma pure questo è amore, San Valentino a Teatro

San Teodoro

1998. Giorgia e Salvatore. Un quartiere di periferia difficile, malfamato. Lui il boss della zona, droga, armi, soldi sporchi, temuto da tutti, anche se è solo un ragazzo. Lei, 18 anni, al mattino nella scuola del centro e al pomeriggio sul muretto del quartiere, eternamente in conflitto con se stessa, fuori posto in entrambi i luoghi.

Le loro strade si incrociano un pomeriggio, nella palestra del quartiere, un amore sfiorato che per pochissimo potrebbe cambiare il corso della storia e, invece, come spesso accade quando la realtà si mangia l’illusione, i due devono dirsi addio. 2018. Il luogo è lo stesso: la palestra, ormai abbandonata da anni. È qui che lui si nasconde, ormai ridotto a un rottame. È qui che lei, nonostante la sua vita borghese, cerca rifugio. E lo troveranno ancora una volta l’uno nell’altra, in uno di quei giri strani che fa la vita, quando ci porta a incontri assurdi e improbabili e, forse per questo, straordinari; quegli incontri che, cambiando il corso degli eventi, ci mettono davanti a delle scelte, solo per aver permesso a qualcuno di entrare e lasciare un segno.

Un uomo e una donna a metà. I rimpianti serpeggianti. La giovinezza che sfiorisce, con il dolore e la fatica di vivere. Tenersi per mano e riprendersi cura reciprocamente. Uno spettacolo divertente, delicato, sofferente, come solo l’amore sa essere.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Lago di Como, Villa Carlotta: i nuovi eventi in attesa della riapertura

    • Gratis
    • dal 24 aprile al 8 maggio 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    QuiComo è in caricamento