menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

ArtUp presenta i Cartongessi di Patrizia Cassina

I lavori in lockdown degli artisti comaschi con il commento di Luigi Cavadini

I musei sono chiusi, così come le pinacoteche e le gallerie private. Un momento difficile anche per l'arte. Tuttavia, quella che stiamo vivendo è una stagione ricca di narrazione e di momenti solitari che possono anche essere stimolanti. Gli artisti, che proprio attraverso le loro opere elaborano emozioni, non hanno mai smesso di lavorare e di essere ispirati, ognuno con la propria sensibilità, dalla pandemia.

Così abbiamo pensato di offrire loro un momento in cui potersi raccontare attraverso le loro opere. Ragion per cui - anche grazie alla collaborazione con Luigi Cavadini - QuiComo ha inaugurato nei giorni scorsi la galleria virtuale di "ArtUp", prima con Earthless di Marco Vido e poi con Adriano Caverzasio

Una personale riservata di volta in volta  a tutti gli artisti comaschi e ticinesi che in questi mesi di pandemia non hanno potuto esporre le loro opere. Unica condizione, che i dipinti, le sculture e le fotografie, non siano precedenti al marzo del 2020 e che le opere siano accompagnate dal racconto dei loro autori. Proseguiamo quindi con una terza artista lariana che lavora a Cernobbio.

Patrizia Cassina racconta Cartongessi

IMG_6649-2

Nel marzo 2020,lo studio trasloca nella cucina di casa. Qui,su una parete di cartongesso,nasce la serie Cartingessi 2020. Ho tagliato 5 metri di satin di seta che avevo in casa - sembravano delle lenzuola- ,li ho chiodati al muro e ho iniziato a lavorare su un dittico,Cartongessi Cemento Blu. Cartongessi sono le pareti di casa,dove casa a Marzo era più che mai silenzio,abbandono,conforto ,intimità e trepida illusione del tempo che si fermava in una sospensione tra giorno e notte,tra vuoto e pieno,tra la cucina e la stanza da letto.

IMG_0191-2

Cartongessi ,dove tutto rivive nella memoria ,nell’affetto,nell’intima evocazione attraverso la ricerca del colore,in un viaggio dentro le pareti di casa. Un viaggio in primavera che mi ha avvicinato a un ‘tempo interiore ‘,il bianco e il nero,come il giorno e la notte,l’emozione di un blu assoluto e intenso,il colore della quiete per eccellenza ,è un bianco rosato come l’alba. Il mistero del silenzio dentro il colore,così ho viaggiato fino a maggio nella mia casa.

Il commento di Luigi Cavadini

In Patrizia Cassina il pensiero scandisce la composizione, pensiero che diventa successione di fotogrammi che si colorano o scolorano contaminati dalle emozioni, quelle consce perché cercate e quelle inconsce che le situazioni del momento portano con sé.

IMG_0355-2

Il grigio-cemento come sfondo indistinto, afono, senza vibrazioni e un tentativo di modulare su di esso, come quinte di teatro, i propri pensieri. Poi la visione si apre, uno sprazzo di luce – forse lontana – apre l’orizzonte e permette di vedere bene ciò che è chiaro e ciò che oscura la percezione del presente lasciando trasparire quel blu che nell’opacità poteva essere scambiato per nero. L’insieme ora non è più statico ma vibra e trasmette dinamicità anche al “gemello” piegato su se stesso.

Patrizia Cassina racconta Blanc cassé

IMG_0370-2

Adesso sono ritornata a lavorare in studio.Il mio ultimo lavoro Cartongessi Blanc cassé é un lavoro intenso sul colore bianco e la luce ,un bianco che si é rotto in questo nuovo tempo.

Il commento di Luigi Cavadini

Una prospettiva nello spazio, una scansione di superfici dove la luce esplode nel bianco e il buio della notte sembra volerla comprimere. Tutto sembrerebbe volersi placare nel grande quadro blu ma il bianco su bianco centrale in primo piano  - “cassé”, cioè rotto, spezzato  - diventa il vero enigma della composizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Nuovo Decreto Draghi, prevale la linea dura fino al 31 luglio: le regole

Coronavirus

Arriva il passaporto vaccinale europeo, ecco come funziona

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento