Decidere alla fine della vita: incontro pubblico alla biblioteca di Como

Il 20 settembre alle 21.00, per parlare di testamento biologico e consenso informato

L'incontro sarà in biblioteca a Como

È dedicato alle riflessioni sul fine vita e sul testamento biologico l'incontro che si terrà venerdì 20 settembre a partire dalle 21, nella Biblioteca comunale di Como. Il dibattito, pubblico e a partecipazione gratuita, prevede gli interventi di Giuseppe Remuzzi, direttore dell'istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, di Silvia Salardi, docente di bioetica e biodiritto dell'università Bicocca, e di Giangiacomo Schiavi, giornalista del Corriere della Sera e Ambrogino d'oro 2007. A condurre l'incontro Gino Frassi, presidente di Accanto Onlus, l'associazione che, come riferisce il promotore, “da 14 anni si occupa di diffondere la cultura delle cure palliative, per offrire le migliori condizioni possibili in ogni momento della vita, sino alla sua conclusione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'incontro, patrocinato dal Comune di Como, propone delle riflessioni che partono dalla legge 219 del 2017, che riguarda il consenso informato e le disposizioni anticipate in tema di cure. Conoscere questa legge per offrire il proprio consenso in modo informato, per comprenderla e poterla applicare correttamente. Qual è ad oggi la possibilità di scegliere per un paziente in Italia riguardo al fine vita? Quali quesiti etici questa possibilità crea? Qual è il valore, morale e legale, del testamento biologico? Quando sarebbe eventualmente il momento di sottoscriverlo? “Abbiamo pensato – spiega Frassi - fosse utile a tutti una discussione pubblica sull’argomento, affidata a tre esperti di grande rilievo”. Volutamente provocatorio il titolo dell’intervento del professor Remuzzi Non è ora che cominciamo a parlare di morte e del morire e che lo facciamo quando stiamo ancora bene e non solo all'ultimo momento (anche con chi è malato)?.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

  • Omicidio in piazza San Rocco a Como: ucciso don Roberto Malgesini

  • Lago di Como, Chiara Ferragni a Blevio con Fedez e la pizza clandestina

  • Chi era don Roberto Malgesini: un vero prete "di strada", in aiuto dei più deboli

  • Sagre e street food: un goloso fine settimana a pochi chilometri da Como

  • Lo ha ucciso con un coltello: chi è l'assassino di Don Roberto Malgesini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento