Eventi Piazzetta Venosto Lucati

Giorno del Ricordo, a Como la commemorazione delle vittime delle Foibe

Cerimonia ai giardini di Albate e nella biblioteca cittadina

La commemorazione ad Albate - 10 febbraio 2018

E' stata celebrata anche a Como sabato 10 febbraio 2018 la Giornata del Ricordo, la commemorazione delle vittime delle foibe. Le foibe sono cavità carsiche scavate dai fiumi nelle viscere della terra che alla fine della seconda guerra mondiale si trasformarono in fosse comuni per migliaia di italiani. Una tragedia che ebbe il suo culmine durante l’occupazione di Trieste da parte delle truppe di Tito. La giornata istituita con la legge 92 del 2004 invita le Istituzioni a celebrare il ricordo in memoria delle vittime dei massacri delle foibe e dell'esodo di istriani, fiumani e dalmati. Un momento che vede coinvolte soprattutto le scuole. 

La cerimonia


A Como la commemorazione è iniziata alle 9.30 ai giardini di via Sant'Antonino ad Albate intitolati proprio "Ai Martiri Italiani delle Foibe Istriane". Presenti il sindaco di Como Mario Landriscina, il questore Giuseppe De Angelis e il prefetto Bruno Corda. Insieme a loro le associazioni d'arma e il presidente del comitato di Como dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Luigi Perini. Da Albate la commemorazione è proseguita in biblioteca a Como, in piazzetta Venosto Lucati, dove la prefettura e l'amministrazione comunale hanno organizzato una cerimonia celebrativa.

L'intervento del sindaco di Como

"Pochi giorni fa - ha detto il sindaco- qui abbiamo festeggiato un'altra importante ricorrenza, la Giornata della Memoria, dedicata alle vittime dell'Olocausto. Abbiamo distinto questi momenti non per tenerli separati ma perchè abbiano una propria identità. Oggi ci concentriamo su questa tragedia e sulla negazione fatta per tanti anni di questa tragedia - ha proseguito- Parole come pulizia etnica, strage, dolore sono espresse nel significato pieno e concreto, come le abbiamo ricordate pochi giorni fa. Questa tragedia ha dimensioni apolitiche. Espressioni come pulizia etnica esprimono la tragedia della morte di donne e uomini, gente che ci appartiene in quanto tale perche la gente siamo noi. Non si mette in graduatoria la componente che ha avuto più sofferenza delle altre".
Alla cerimonia hanno partecipato anche diversi studenti con le testimonianze degli studenti dell'Istituto Professionale Pessina e dell'Istituto Tecnico Industriale "Magistri Cumacini" di Como, che hanno visitato le Foibe, in particolare a quelle di Basovizza e di Abisso Plutone.  "E' importante appropriarsi individualmente della storia - ha detto il sindaco ai ragazzi- in quanto queste tragedie devono farci riflettere. È difficile essere coinvolti emotivamente in una cosa cosi lontana, ma non è cosi lontana. Dateci la certezza di aver fatto vostri questi valori di riferimento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorno del Ricordo, a Como la commemorazione delle vittime delle Foibe

QuiComo è in caricamento