Orticolario a Villa Erba: Cernobbio capitale del giardino fino a domenica 1 ottobre

Questa sera apertura della popolare kermesse fino a mezzanotte

Mantero a Orticolario

Sabato 30 settembre, a Villa Erba di Cernobbio, secondo giorno di una delle manifestazioni più attese dell'anno. Stiamo parlando dell'ormai celebre Orticolario, la tre giorni dedicata al giardinaggio organizzata da Moritz Mantero. Ormai da anni questa manifestazione attira sul Lario quasi 30.000 visitatori. 

“Librarsi, alleggerirsi, andare oltre. Oltre i confini del giardinaggio, oltre quei rami del lago di Como, oltre la Terra. Fino sulla luna, per guardare il nostro pianeta da lassù. Liberi di superare i confini della forma e dello spazio. Questo è il senso di Orticolario 2017: librarsi puntando alla luna”. Con queste parole Moritz Mantero, fondatore e presidente di Orticolario, ha inaugurato la nona edizione dell’evento che si svolge nel parco storico di villa Ottocentesca affacciata sulle sponde del lago di
Como, già dimora del regista Luchino Visconti.

La buona affluenza del debutto di ieri ha confermato come scelte vincenti il tema dell'anno, la Luna, e il fiore dell'edizione, la Fuchsia. Il pubblico, inoltre, si è rivelato molto interessato ad ascoltare Gilles Clément, paesaggista e filosofo francese che ha ricevuto il premio “Per un Giardinaggio Evoluto 2017”.

““Orticolario per un giardinaggio evoluto resta un obiettivo concreto e sempre più confermato. Sono molto orgoglioso di avere portato a Orticolario un pensatore rivoluzionario come Gilles Clément, che ci ha costretto a ri-concepire il concetto di giardino”, ha spiegato ancora Moritz Mantero. 

“Gilles Clément è colui che ha trasformato l'ecologia in una questione di democrazia”, ha aggiunto Gaetano Zòccali, il giornalista di Marie Claire Maison, esperto di verde, che ha introdotto la consegna del premio. “Lavorando con la natura, e non contro, ha cambiato il nostro modo di rapportarci al giardino, spostando l'interesse dall'estetica alla meraviglia della vita e della biodiversità”. Gilles Clément, come gli addetti ai lavori ben sanno, è la persona più determinante nell'evoluzione del concetto di giardino e di paesaggio nell'ultimo secolo. “Cosa possiamo fare noi umani, e come possiamo intervenire, per restituire al pianeta l'equilibrio minacciato?”, questa la domanda suggerita da Clément durante la cerimonia di consegna del premio. Il paesaggista, nel corso di un incontro con il pubblico, ha poi ripreso le sue principali teorie, a partire da quella del Giardino Planetario, e ha poi presentato i suoi ultimi progetti, dai giardini di acclimatazione in Cina con piante in grado di resistere ad ambienti differenti, alla “torre dell'acqua” in Francia, una struttura in pietra alta sette metri realizzata alle sorgenti della Loira che, grazie alla condensazione generata dalla pietra, agevola il ciclo dell'acqua. 

Orticolario 2017 ribadisce la sua identità: dedicato alla passione per il giardino e alle sue capacità di trasmettere emozioni e bellezza, vuole essere un autentico omaggio alla natura attraverso una concezione evoluta di giardino, e offrire al visitatore un percorso sensoriale tra giardinaggio, botanica, paesaggio, arte e design. Ben definite le sembianze della nona edizione: il titolo è “Librarsi”, il tema è la luna, il fiore protagonista è la Fuchsia. La Luna, musa ispiratrice di miti e leggende, danza intorno a noi dalla notte dei tempi svelando ai nostri sensi un mondo diverso dal giorno: nel chiarore della sua luce riflessa giardini e boschi si animano di ombre, movimenti, rumori e profumi, le piante si risvegliano, i fiori si schiudono. La Fuchsia, ballerina da giardino, fiore dalle mille colorazioni e dalle notevoli sfumature sia nei fiori sia nelle foglie, esempio perfetto dell’amore tra l’uomo giardiniere e la pianta. Già dall’800 la febbre per le fucsie ha portato a cercare nuove varietà fino alle isole più esotiche delle Americhe: guidati dagli astri e anche dalla luna, marinai esperti e impavidi cercatori di piante hanno donato al mondo una primizia per il giardino.

Come sempre l’evento è arricchito da un’ampia esposizione di piante e fiori (tra cui piante rare, insolite e da collezione) proposti da selezionati vivaisti nazionali e internazionali, oltre che da artigianato artistico, design, installazioni d’arte. Nel tempo, inoltre, il programma di incontri culturali e di laboratori didattico-creativi per i bambini si è molto arricchito ponendo Orticolario come il principale evento dedicato alla cultura del bello. Cultura che partendo da  giardino arriva a coinvolgere tutti gli aspetti dell’uomo e del suo stile di vita. Tra gli argomenti principali spicca, infatti, la promozione della cultura delle api, dell’importanza del loro ruolo in giardino anche in ambito urbano. Api che non solo sono indicatore di biodiversità ma che sono anche tra le principali alleate dell’uomo e del suo benessere.

Orari
Sabato 30 settembre
ore 9.00 – 24.00 (dalle ore 19.30: no espositori)
Domenica 1 ottobre
ore 9.00 – 19.00

IL BATTELLO
Un servizio di battelli-navetta gratuiti per e da Villa Erba sarà attivo nelle giornate di sabato 30
settembre e domenica 1 ottobre, con partenza da Como.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

INGRESSO
Alle tre biglietterie: Euro 17,00 intero - ridotto e convenzioni Euro 14,00
Euro 15,00 se acquistato online entro le ore 24 del 24.09
Ridotto speciale Euro 12,00 (tutti i giorni a partire dalle ore 17.00 fino alle 24.00)
Ingresso fino a 14 anni offerto da Chicco Artsana Group
Bus navetta gratuito dai parcheggi di Cernobbio e Maslianico
Info visitatori: tel. +39 031 3347503, mail: info@orticolario.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Como cancella l'Iva e diventa un Duty Free a cielo aperto. Obiettivo: attrarre gli stranieri

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Brienno, morto il motociclista caduto in galleria

Torna su
QuiComo è in caricamento