Lariofiere: annullata l'edizione 2020 di Ristorexpo

Enogastronomia e ristorazione professionale danno appuntamento a gennaio 2021

Una "cooking demo" della passata edizione

Originariamente in programma a Lariofiere dall’8 all’11 marzo, Ristorexpo - il salone dedicato alla ristorazione professionale e all’enogastronomia - sembrava inizialmente potersi svolgere alla fine dell’emergenza coronavirus, ma gli organizzatori si sono presto resi conto che il fitto calendario di eventi già in programma per l’estate/autunno, sommato a tutte quelle manifestazioni slittate a causa del coronavirus, rendevano il calendario saturo e rischiavano di rendere l’evento meno incisivo, proprio per l’offerta troppo ricca. Allora ecco arrivare in queste ore la decisione di annullare l’edizione 2020 della manifestazione. Invece di aspettare il prossimo marzo però, Ristorexpo 2021 si svolgerà dal 31 gennaio al 3 Febbraio.

“È stata una decisione difficile e sofferta – fanno sapere dal consiglio direttivo di Lariofiere - quella del Consiglio Direttivo – ma la nuova programmazione della mostra è frutto di un’attenta analisi delle esigenze attuali e future del target di riferimento, delle principali dinamiche concorrenziali e delle ripercussioni socio economiche che inevitabilmente l’emergenza sanitaria lascerà in eredità al sistema: nel prendere questa decisione, il Consiglio Direttivo della Fondazione Lariofiere ha messo da parte logiche di tipo economico e finanziario – Ristorexpo e una delle manifestazioni a maggior redditività – in favore di una soluzione che possa preservare gli elevati standard qualitativi del progetto fieristico e garantire i migliori risultati di partecipazione, tanto da parte dei visitatori che degli espositori. La vera sfida del prossimo futuro è quella di proporre soluzioni di fruizione della fiera compatibili con le mutate sensibilità del pubblico e che alimentino il bisogno di nuovi modelli sociali e di aggregazione”.

“Lo spostamento di Ristorexpo è stata una scelta obbligata”. Spiega Fabio Dadati, Presidente di Lariofiere. “L’autunno con la concomitanza di tante altre manifestazioni già programmate avrebbe potuto comportare una minore qualità dell’evento dedicato alla ristorazione, ai pubblici esercizi ed al turismo enogastronomico. La nuova data di fine gennaio 2021 permetterà, invece, di lavorare nei tempi e con le modalità migliori per realizzare il nostro obiettivo: fare il migliore Ristorexpo di sempre!”

“Incrociamo le dita!”. Conclude Giovanni Ciceri, ideatore e curatore di Ristorexpo. “La storia ci ha insegnato che del domani non v’è certezza.  però certo che il nostro impegno dovrà coincidere con la voglia e la volontà di partecipare ad un momento di rinascita per questo settore che è stato uno dei più colpiti dalla crisi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Como e la Lombardia da domenica volano in zona arancione, riaprono tutti negozi

Torna su
QuiComo è in caricamento