Como: al via la Fiera di Sant’Abbondio 2018 fra tradizione e innovazione

Sant'Abbondio a Como

Il rinnovamento della fiera di Sant’Abbondio ha l’obiettivo principale di renderla inclusiva verso tutta la città di Como, di coinvolgere ristoratori, albergatori, negozianti, bar, enti e associazioni, in particolare quelle rappresentative del settore enogastronomico, oltre che di attrarre ancora più visitatori sul nostro territorio.  Il Comune di Como, organizzatore della manifestazione, si avvale di due partner principali: l’Associazione Cuochi (per l’area Nel Cuore dei Comaschi) e Coldiretti (Aree La Tradizione si rinnova e Fiera Zootecnica – Fattoria didattica). In particolare, la prima novità è stata realizzata a Porta Torre, nell’area mercatale e in largo Miglio, recependo la proposta progettuale di Coldiretti che prevede di affiancare allo storico concorso zootecnico una fattoria didattica per i bambini e il mercato di Campagna Amica.

Il 2018 inoltre è stato scelto dai Ministeri delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e dei Beni Culturali come Anno nazionale del cibo italiano, con il fine di valorizzare la tradizione gastronomica e culinaria italiana. Il Comune di Como pertanto si inserisce in questo contesto attraverso la Fiera di Sant’Abbondio che ha una tradizione millenaria, e assieme alle Fiere zootecniche di Arosio, Alzate e Montano Lucino, ha rappresentato nel tempo un punto di riferimento strategico per i cittadini e il territorio della provincia di Como in tema di ristorazione. “Innovazione e tradizione si incontrano in un’edizione rinnovata che presenta molte novità e che ha visto gli assessori, coordinati dall’Assessorato al Turismo al Marketing Territoriale e ai Grandi Eventi cooperare con grande sinergia e capacità d’insieme”, evidenzia il Sindaco Mario Landriscina.

Il grande lavoro di squadra ha coinvolto tutti i settori del Comune di Como che hanno operato con coordinamento e sinergia e anche la grafica dell’evento è stata realizzata internamente. “Al fine di creare un’identificazione dell’evento sono stati creati due loghi di comunicazione: uno generale e tre specifici attraverso i quali viene raccontata l’iniziativa. Il logo generale sarà utilizzato per tutta la comunicazione, i loghi specifici saranno promossi in modo singolo e integrato a seconda delle necessità di comunicazione. Nel corso del tempo sarà altresì sviluppato un Manuale di Comunicazione “Fiera di Sant’Abbondio Identity” per delimitarne e valorizzarne l’utilizzo - spiega l’Assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Grandi Eventi Simona Rossotti - Alla manifestazione, insieme alla stampa locale, parteciperanno la stampa specializzata enogastronomica e Tour operator - Buyer enogastronomici, in linea con l’obiettivo di rinforzare il rapporto con il territorio e con i principali attori del turismo enogastronomico rurale lariano”.

Per identificare l’organizzazione sono stati realizzati badge, porta badge da collo, magliette e grembiuli dello staff. La promozione è stata realizzata attraverso manifesti 6x3 e manifesti di varie dimensioni (tipo 70 x 100), locandine, vetrofanie con il logo e delle “balle di fieno” verranno sparse per la città fasciate in tnt con logo evento “triplo” (Nel cuore dei Comaschi - La tradizione si rinnova - Fiera Zootecnica e Fattoria didattica) al fine di richiamare l’evento.

Per permettere lo svolgimento della manifestazione, il comune di Como ha predisposto una serie di divieti di transito e sosta. Qui il dettaglio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Fiere, potrebbe interessarti

I più visti

  • Marcello Dudovich in mostra a Villa Bernasconi a Cernobbio

    • dal 29 settembre 2019 al 16 febbraio 2020
    • Villa Bernasconi
  • Lago di Como, Villa Carlotta: gli eventi di gennaio e febbraio

    • dal 17 gennaio al 28 febbraio 2020
    • Villa Carlotta
  • Carnevale di Cantù 2020, una sfida a colori

    • Gratis
    • dal 2 al 29 febbraio 2020
    • Varie sedi
  • Lorenzo Riva, il maestro è nell'anima: cinquant'anni di alta moda al Museo della Seta di Como

    • dal 30 ottobre 2019 al 31 marzo 2020
    • Museo della Seta
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    QuiComo è in caricamento