Week-end al cinema: cosa guardare

di Marco Albanese Primo weekend d’estate con molte proposte, quasi tutte però sono ‘fondi di magazzino’. E’ un periodo morto della stagione: il tradizionale disamore del pubblico italiano non è scalfito neppure dai nuovi multiplex con aria...

giorni-belli

di Marco Albanese

Primo weekend d’estate con molte proposte, quasi tutte però sono ‘fondi di magazzino’. E’ un periodo morto della stagione: il tradizionale disamore del pubblico italiano non è scalfito neppure dai nuovi multiplex con aria condizionata. Gli europei di calcio hanno poi drenato tutta l’attenzione.

Ma c’è almeno un perla da cogliere: I miei giorni più belli è un capolavoro firmato dal francese Arnaud Desplechin ed interpretato da due giovanissimi interpreti, oltre al suo attore feticcio, Mathieu Amalric.

Miglior film alla Quinzaine nel 2015 e poi César per la migliore regia nel 2016, il film è distribuito in Italia dalla BIM, che ha scelto purtroppo di privilegiare le piattaforme on demand, limitando moltissimo l’uscita in sala.

https://www.youtube.com/watch?v=14oDSJ9hxJs

E’ un peccato perchè un capolavoro così limpido avrebbe meritato la magia della sala buia, del grande schermo.

Per l’occasione Desplechin recupera il personaggio di Paul Dedalus, suo alter ego, sia nell’inedito Comment je me suis disputé…ma vie sexuelle , sia in Racconto di Natale.

In I miei giorni più belli lo ritroviamo adulto, antropologo in Tagikistan. Di ritorno in Francia, fermato dai servizi segreti, è costretto a ricordare gli anni felici della sua giovinezza, il primo grande amore, la passione politica e un viaggio in Russia che lo segnerà profondamente.

Il film di Desplechin è gioiello di leggerezza e malinconia, personalissimo e universale.

La bravura e la simpatia di Lou Roy-Lecollinet e Quentin Dolmaire sono travolgenti.

In sala lo troverete solo a Roma, Bologna, Ferrara, Perugia e Parma. Ma contemporaneamente sarà in download sulle piattaforme on demand CHILI, GOOGLE PLAY, INFINITY, ITUNES, MEDIASET PREMIUM PLAY, TIMVISION, WUAKI.

Solo il 27, 28 e 29 giugno la Nexo Digital propone inoltre la versione estesa de La grande bellezza di Paolo Sorrentino:: 30 minuti in più per celebrare l’ultimo film italiano capace di vincere l’Oscar.

Non perdetelo.

Weekend del 23 giugno 2016

A Como le chiusure estive la fanno da padrone. Continuiamo così a consigliarvi all’Uci di Montano, Tutti vogliono qualcosa di Linklater e La pazza gioia di Virzì. Da lunedì prossimo l’Uci proporrà anche la versione estesa de La grande bellezza.

Contemporaneamente, stasera comincia la grande avventura del Lake Como Film Festival. I primi appuntamenti sono con la sezione itinerante Fuoricampo: Cattedrali della cultura al Novocomum di Terragni giovedì 23, The True Cost alla Villa del Grumello con la produttrice Livia Firth, venerdì 24, doppio appuntamento sabato 25: Ila Beka presenta il suo Barbicania al Setificio di Como, mentre ad Albavilla ci sarà Un mese al lago di John Irvin, il primo di una serie di tre film girati sul Lago di Como.

Per tutte le news sulle proiezioni e gli ospiti, consultate il sito ufficiale: https://www.lakecomofilmfestival.com

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Chiara Ferragni, nuovo post nostalgico sul lago di Como: "Spero di comprare lì una casa vacanze"

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

Torna su
QuiComo è in caricamento