Cultura

Torno e Moltrasio, pace fatta dopo 489 anni. Festa l'11 giugno

Pace fatta tra Torno e Moltrasio, dopo ben 489 anni. La Pro Moltrasio e la Pro Loco Torno, le due Associazioni che hanno lo scopo di tutelare e valorizzare gli aspetti turistici e culturali dei rispettivi territori, propongono una...

moltrasio-torno

Pace fatta tra Torno e Moltrasio, dopo ben 489 anni. La Pro Moltrasio e la Pro Loco Torno, le due Associazioni che hanno lo scopo di tutelare e valorizzare gli aspetti turistici e culturali dei rispettivi territori, propongono una riappacificazione simbolica dopo 489 anni. Per l'occasione sarà organizzata un'intera giornata di iniziative con contenuti culturali, legati al territorio, ma anche con momenti ludici.

Era l'11 giugno 1522 quando Torno fu distrutta dagli Spagnoli: il suono a distesa delle compane che si fece a Moltrasio per le solennità di San Barbara fu considerato dai tornaschi indice di gioia per l'annientamento del loro paese; ne nacque un malaugurato equivoco che ebbe come esito l'incendio di Moltrasio da parte dei Tornaschi, come raccontano Francesco Ballarini prima, e Maurizio Monti poi.

All'incontro istituzionale delle rispettive autorità, previsto alle ore 10.00 su imbarcazioni al centro del lago, fra i due paesi, seguirà, alle ore 11.00 il convegno " 11 giugno 1522 - 11 giugno 2011 - Moltrasio/Torno 489 anni dopo" , previsto presso la Sala Bellagio dell'Hotel Imperiale a Moltrasio.

Al convegno partecipano tre fra i massimi esperti del Lario: l' Architetto Pierangelo Sfardini che interverrà con una relazione dal titolo Considerazioni su origini e sviluppo degli insediamenti abitativi di Torno e Moltrasio in relazione al contesto geografico, morfologico e ambientale dei territori e porrà l'accento sul contesto territoriale, il Prof. Mario Mascetti che parlerà di Quando Torno tifava per la Francia e Moltrasio per la Spagna approfondendo gli aspetti storici, ed il Prof. Paolo Grillo la cui relazione Moltrasio, Torno e il Lario nel basso Medioevo: paesaggi, economia e società spiega invece gli aspetti economici e sociali. Le scuole elementari di Moltrasio e Torno parteciperanno attivamente con un filmato multimediale creato appositamente per l'evento.

Un battello riservato e disponibile per il pomeriggio, accompagnerà chi desidera alla riva di Torno, in Piazza Casartelli, per una degustazione di piatti tipici. Le chiese romaniche di San Giovanni (a Torno) e di Sant' Agata (a Moltrasio), saranno aperte dalle 15.00 alle 17.00 con visite guidate gratuite. Negli stessi orari, anche i prestigiosi giardini di Villa Prandoni saranno aperti in via eccezionale, con visite guidate, gratuite, a piccoli gruppi. La sera, in Piazza San Rocco a Moltrasio, un concerto del Corpo Musicale Moltrasio accompagnerà i giochi di luce che uniranno simbolicamente i due paesi, concludendo la singolare festa.

Per informazioni: 0039 339 7976808 spettacolo@alkemaculture.com

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torno e Moltrasio, pace fatta dopo 489 anni. Festa l'11 giugno

QuiComo è in caricamento