Teatro e crowdfunding, aspettando "Io non sono quello che sono"

Una quasi-conferenza, un quasi-spettacolo, un'oscillazione tra drammaturgia e informazione, tra formazione e riflessione. "Io non sono quel che sono" è un esperimento, una scommessa lanciata da Jacopo Boschini, una delle anime della Cooperativa...

 

Una quasi-conferenza, un quasi-spettacolo, un'oscillazione tra drammaturgia e informazione, tra formazione e riflessione. "Io non sono quel che sono" è un esperimento, una scommessa lanciata da Jacopo Boschini, una delle anime della Cooperativa Attivamente.

Ne abbiamo parlato qui e qui.

Un progetto di teatro che passa per il crowdfunding: sta raccogliendo un sostegno trasversale, numerosi personaggi della città hanno dato il proprio sostegno con contributi video in un percorso di interviste e quasi storytelling. Ultimo, in ordine di tempo, a aderire al progetto, l'assessore alla cultura Luigi Cavadini.

Qui tutte le interviste.

Adesso parte il percorso di avvicinamento a "Io non sono quello che sono". Tre appuntamenti tra Villa Bernasconi, La Feltrinelli di Como e il Teatro Sociale. (le date nel manifesto a fianco).

Ottima occasione per comprendere l'idea, incardinata su quel matto di Otello (matto almeno quanto Boschini) e sulla corte di personaggi che, nell'opera di Shakespeare, costruiscono e costituiscono un universo di presenze tanto profondo da trascendere la "mera" drammaturgia per diventare un paradigma dell'esistenza, un manuale di sopravvivenza e comprensione del quotidiano.

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento