menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
stevewynn

stevewynn

Steve Wynn, nuovo miracolo sul palco di Cantù. Il fondatore dei Dream Syndacate in concerto martedì 4 ottobre All'1&35circa

Per chi scrive, parlare di Steve Wynn è sempre un piacere. Non solo perché il fondatore dei Dream Syndacate ha voluto impreziosire il nuovo volume "Vini e Vinili, 45 giri di bianco" - in uscita a novembre per Arcana, dove sono autore insieme a...

stevewynn

Per chi scrive, parlare di Steve Wynn è sempre un piacere. Non solo perché il fondatore dei Dream Syndacate ha voluto impreziosire il nuovo volume "Vini e Vinili, 45 giri di bianco" - in uscita a novembre per Arcana, dove sono autore insieme a Chiara Meattelli, della sua bella prefazione - ma soprattutto perché martedì 4 ottobre l'artista americano sarà in concerto alle 21 sullo storico palco dell'1&35circa di Cantù.

Anche nella sua amata Italia, Steve Wynn (sopra nella foto di Guy Kokken) è noto soprattutto per l'innovativo lavoro con i già citati Dream Syndicate, la band californiana che, insieme ai REM e ai Replacements, ha praticamente inventato la scena indie rock americana degli anni Ottanta. Pensiamo soprattutto a dischi come The Days of Wine and Roses, Medicine Show e all'ormai epocale This Is Not the New Dream Syndicate Album......Live! Ci sono poi gli album solisti dei Novanta come Kerosene Man, disco di incredibile varietà che ne disegna l'impressionante crescita sia compositiva sia tecnica, ben custodita in canzoni quali Carolyn o Tears Won't Help. Non si possono infine dimenticare i progetti paralleli firmati Gutterball, The Miracle 3 e The Baseball Project o le molte prestigiose collaborazioni che hanno condotto Wynn a percorrere una carriera incredibile.

In qualsiasi forma abbiate apprezzato il lavoro discografico del musicista losangelino, è però dal vivo che si compie il vero miracolo. Seppure rinnovato nella recente reunion live con i suoi Dream Syndacate, anche quando, come in questo caso, rimangono dinanzi a noi solo la sua voce e la sua chitarra, la magia delle sue canzoni rimane non solo intatta ma addirittura si amplia.

Dopo Edward Abbiati e Chris Cacavas, protagonisti sabato scorso di una strepitosa gig, il nuovo imperdibile appuntamento con Steve Wynn anticipa un'altra superba stagione live nel locale dell'inesauribile Carlo Prandini.

https://www.youtube.com/watch?v=Wjs2fM2_1sw

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento